L’ombra del coronavirus colpisce anche i negozi di lusso

A via Condotti e via del Babuino (Roma), ad esempio, in molti negozi, i commessi si sono organizzati con delle mascherine da mettere e da porgere ai propri clienti asiatici, all'occorrenza

368

Quante volte abbiamo visto uscire da negozi di lusso e boutique di alta moda cinesi, giapponesi, arabi, russi carichi di buste, dopo aver effettuato acquisti?

In particolare, i cinesi sono in testa agli “elite shoppers”.

Capita spesso di vedere sempre meno italiani e sempre più stranieri facoltosi intenti a comprare capi firmati nelle vie più importanti dello shopping e nei brand più prestigiosi del lusso mondiale.

Il timore del coronavirus però avrà sicuramente ripercussioni.
A via Condotti e via del Babuino (Roma), ad esempio, in molti negozi, i commessi si sono organizzati con delle mascherine da mettere e da porgere ai propri clienti asiatici, all’occorrenza. Il calo delle presenze già si è fatto sentire.

La preoccupazione purtroppo è di carattere globale e non soltanto per le ripercussioni di carattere economico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui