#YoungTuscia, la giovane politica alla ribalta

Luca Profili, tra Bagnoregio e Civita si nasconde un esempio per tutta la Tuscia

Classe '89 e già sindaco di Bagnoregio. Luca Profili è il protagonista del primo appuntamento con #YoungTuscia, una serie di interviste dirette a tutti i giovani politici del Viterbese

0
465
Luca Profili
Luca Profili, sindaco di Bagnoregio
Segui
( 0 Followers )
X

Segui

E-mail : *

Le ultime elezioni amministrative hanno visto l’entrata in politica, e la conferma, di molti giovani. Una sorta di ricambio generazionale, che ha continuato ad abbassare l’età media delle amministrazioni comunali di tutta la Tuscia. Di questo, cominciamo a parlare oggi con Luca Profili, neosindaco di Bagnoregio, che ad appena 30 anni può vantare un curriculum politico tutto da invidiare.

“La mia è una passione che viene da lontano”, esordisce Profili, accennandoci di come suo padre, eletto per la prima volta nel 1995 come consigliere del sindaco Luciana Vergaro, lo abbia aiutato ad avvicinarsi passo dopo passo alla vita politica. “È grazie a lui che cominciai a frequentare le sale comunali e ad appassionarmi a questo lavoro”.

La carriera del giovane politico si è realizzata poi grazie alla seconda vittoria di Francesco Bigiotti, l’uomo del “modello Civita”, alle amministrative del 2014. “In quel caso, nonostante non ci fosse alcun accordo, Francesco decise di credere in me e nei miei 177 elettori, proponendomi di diventare suo vicesindaco”, prosegue Profili, spiegandoci quanto grande fu l’emozione di entrare in Comune a soli 25 anni. “Inizialmente non fu un lavoro semplice – ci confida il nostro intervistato – anche per via della grande differenza di età che c’era tra me e le altre persone presenti in quelle sale”. Nonostante questo, con impegno e dedizione, Profili è riuscito in breve tempo a conquistare la fiducia di tutti: “Molto – tiene a precisare – lo devo alla guida di Francesco Bigiotti, che in questo percorso mi ha sempre guidato”.

Profili sul ponte di Civita, luogo da sempre sotto i riflettori di televisioni, media e turisti

Oggi, forte della sua vittoria con più del 62% delle preferenze, il giovane sindaco si trova a sua volta a fare da guida a molte giovani leve della politica bagnorese: “Alcuni dei candidati neoeletti si ritrovano ora a fare il mio stesso percorso. Eccetto Francesco, al quale l’esperienza non manca, parliamo di persone quasi tutte alla loro prima esperienza, molte delle quali sotto i 40 anni. Si stanno già impegnando moltissimo e sono davvero soddisfatto. È una squadra della quale posso andare davvero fiero e ognuno di loro ha delle grandi competenze”.

Ad accumunare il nuovo team, il grande amore per la propria città e la bella Civita. Come specifica Profili: “Il primo compito di ogni amministratore è proprio questo: prendersi cura della propria città e fare attenzione a ogni piccolo particolare, e qui a Bagnoregio siamo fortunati. C’è sempre qualcosa da poter migliorare, come il numero di parcheggi – che presto aumenteremo per accogliere al meglio i turisti – ma, in generale, posso dire di non avere troppo da invidiare alla Toscana e all’Umbria, regioni a noi confinanti note per la loro pulizia e attenzione ai dettagli. Nonostante questo, continuo assiduamente a visitare altri luoghi per trarre spunti e idee per migliorare la città… ormai è un po’ una sorta di deformazione professionale!”.

A migliorare continuamente non sono però i soli amministratori di Bagnoregio; come continua a spiegarci il sindaco, in questi anni è scattata una sorta di evoluzione culturale in tutti i cittadini. La grande affluenza turistica ha permesso agli abitanti di divenire, anno dopo anno, sempre più accoglienti e cosmopoliti. A oggi, forte di un flusso costante di migliaia di turisti giornalieri, il paese dell’Alta Tuscia può vantare un’economia forte e trainante, che consente a chi amministra di operare molte scelte audaci, come quella di presentare una tassazione incredibilmente bassa e vantaggiosa.

La squadra di Profili al completo

Inutile dire che tale status quo ha permesso a molti ragazzi di tornare a credere nel futuro: “Sono molti i giovani che hanno deciso di investire sulla città e avviare delle attività – continua Profili – e questo era proprio uno dei nostri obiettivi: quello di incentivare l’apertura di nuovi negozi, così da spronare il turista ad attraversare tutta la nostra città prima di raggiungere Civita”.

Inutile sottolineare l’importanza che l’antico borgo possiede per l’intero Comune: “Oggi, chi vuole lavorare può trovare facilmente un impiego e sono tanti i giovani che vengono qui, anche da altrove, in cerca di fortuna. Tutto questo lo dobbiamo all’enorme successo di Civita. Senza di essa, per fare un esempio, non avremmo strutture come la Casa della Salute, che quest’anno ha portato da noi già 24 mila persone e contribuisce al benessere della Sanità laziale arginando il flusso di pazienti solitamente diretto verso l’Umbria e la Toscana”.

Luca Profili accanto al suo mentore, Francesco Bigiotti

Molti, invece, i progetti in cantiere delle nuova giunta. Dal bonus bebè a degli incentivi per i giovani che vogliono aprire un’attività, l’amministrazione Profili si prefigge già da ora l’obiettivo di non adagiarsi sulle vittorie conquistate negli ultimi anni ma, anzi, di migliorare ulteriormente la qualità della vita di tutti i bagnoresi.

Punto fermo rimane – ovviamente – il turismo. Per inizio 2020 è infatti attesa la presentazione del dossier che consentirà di finalizzare l’ingresso di Civita nel patrimonio Unesco, ma nel frattempo si continua a puntare sul miglioramento dei trasporti con l’arrivo dei pulmini elettrici, del bike sharing e di altre iniziative “ecologiche”.

“Mi ritengo fortunato a vivere e ad amministrare un paese con una tale prospettiva – conclude Luca Profili – non tutti hanno a disposizione un patrimonio artistico come il nostro e mi auguro che potremo essere sempre un esempio per gli altri paesi della Tuscia. La vicina Celleno ce lo sta dimostrando con il suo ‘borgo fantasma’ e, proprio per contribuire a questa crescita, abbiamo ideato ‘Casa Civita’, società partecipata che si occuperà non solo di gestire il turismo, la cultura e gli eventi di Bagnoregio, ma anche di promuovere tutte le ricchezze artistiche del Viterbese. Sarà il primo di ancora molti passi verso il futuro”.

La bella Civita di Bagnoregio in uno scatto notturno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here