Lucio Battisti, 21 anni dalla morte: da Poggio Bustone al cuore del mondo

Ha lasciato qualcosa di così profondo che resterà sempre, ha accompagnato l'evoluzione della canzone in Italia, ha scrutato il suo tempo e il nostro

884

Sono trascorsi ventun anni da quella mattina del 9 settembre 1998. 21 anni senza Lucio Battisti, ma le sue canzoni sono più attuali che mai. Anche il suo addio si svolse nella più assoluta riservatezza. Fu silenzioso e commovente. Ma non fu un addio, perchè la sua voce e le note delle sue canzoni risuonano ora come prima.
Ha accompagnato emozioni e pensieri. A Viterbo Pratogiardino ricorda “I Giardini di marzo”.
Ha lasciato qualcosa di così profondo che resterà sempre, ha accompagnato l’evoluzione della canzone in Italia, ha scrutato il suo tempo e il nostro. Dalle verdi colline di Poggio Bustone all’Italia, al cuore del mondo. E non si può fare a meno di ascoltarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui