Luisa Ciambella (Pd): “Disagi per le famiglie con i bambini in isolamento a causa della mancanza di informazioni”

92

In un post Facebook la consigliera Luisa Ciambella mette in evidenza i disagi che vivono le famiglie con i bambini che sono risultati positivi al tampone del Covid-19 e si trovano in isolamento fiduciario a causa della mancanza di informazioni e di coordinamento, “Il mio intervento è teso a sollecitare l’attenzione sulla comunicazione puntuale da dare ai genitori per evitare che ognuno faccia come vuole. Non solo, è necessario che i genitori che devono prendersi cura dei figli minori come i docenti messi in quarantena, abbiamo le certificazioni necessarie dalla Asl in tempo utile per comunicarle al loro datore di lavoro. Apprezzo il lavoro che tutti gli operatori sanitari stanno svolgendo e con il massimo sforzo ma abbiamo avuto un tempo per prevedere che dopo l’inizio della scuola dovevamo essere pronti. Non avere notizie sui tamponi se verranno effettuati in che tempi etc produce solo una cosa ci si mette in coda per il drive in di Belcolle contribuendo ad intasarlo e magari non ala giornata giusta per verificare se si è’ positivi o meno. Chiedere una comunicazione adeguata che consenta di non disperdere gli strumenti a disposizione credo che sia un dovere morale ancora prima che civico”.

“Lo scorso lunedì – spiega la consigliera – sono stata chiamata dalla segretaria della scuola di mia figlia per comunicarmi che la sua classe era in quarantena e che dovevo andarla a prendere. Ci hanno detto – prosegue – di aspettare comunicazioni da parte della Asl. Ma da allora, niente. Nessuno ci ha detto come ci dovessimo comportare, se esistesse una differenza tra quarantena e isolamento. Le famiglie sono state lasciate da sole senza sapere come comportarsi”.

Infine, la consigliera lascia un commento per il sindaco Giovanni Maria Arena: “Mentre vediamo che gli altri sindaci forniscono informazioni precise e aggiornate sull’andamento dei contagi, questo a Viterbo non succede. I problemi della città sono tanti e non vanno trascurati ma credo che ora le priorità siano altre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui