“Lunedì riunione con i presidenti dei centri anziani per valutare la riapertura in sicurezza”

L'assessore Antonella Sberna spiega che la scelta di restare chiusi in questo periodo era condivisa da tutti

175
sberna
L'assessore Antonella Sberna

“Una scelta condivisa con i presidenti dei centri”.

Così l’assessore ai Servizi sociali Antonella Sberna interviene sulla questione dei centri anziani ancora chiusi, sollevata da Viterbo 2020 in una conferenza stampa e poi oggetto di un’interrogazione in aula giovedì.

“Sono rimasti chiusi in questo periodo – spiega la Sberna – perché abbiamo sempre condiviso anche con i presidenti una serie di difficoltà e di perplessità, espresse sia da parte loro che da parte nostra”.

Condivisione e concertazione che sarà stella polare anche di un incontro a breve.

“Lunedì prossimo – dichiara infatti l’assessora – ci sarà una nuova riunione con i presidenti per definire insieme come portare avanti la cosa: se verrà deciso di riaprire i centri e con quali modalità”.

Così come era accaduto a luglio quando durante un incontro “abbiamo comunque tutti insieme scelto di mantenerli chiusi per questo mese”.

Nel frattempo, puntualizza la Sberna “come assessorato abbiamo fatto richiesta di fondi sul bilancio per eseguire dei piccoli lavori di manutenzione che potessero consentire la riapertura dei centri in sicurezza ma anche, considerato che i locali sono rimasti chiusi per un anno, eventuali piccole opere di ripristino”.

“Già a luglio – sottolinea – l’idea era quella di valutare una riapertura in sicurezza e quindi con i presidenti ci eravamo riaggiornati a settembre. Ora torniamo ad incontrarci e decidiamo insieme come procedere. Da parte nostra c’è tutta la disponibilità, fermo restando che la tutela della salute di tutti gli anziani per noi è stata prioritaria tant’è che, parimenti alla chiusura dei centri, l’assessorato ha creato una serie di servizi di ascolto, di monitoraggio e anche di accompagnamento”.

“Questo perché non solo non abbiamo inteso abbandonarli ma anzi – rimarca – abbiamo voluto sostenere gli anziani in questo periodo che la congiuntura sanitaria non ha permesso di fruire delle occasioni di aggregazione all’interno dei centri”.

Con tale finalità l’assessorato Servizi sociali “ha creato e mantenuto servizi, tra l’altro alcuni resi permanenti, rivolti alla popolazione e soprattutto a quella anziana. Siamo rimasti in contatto, anche tramite gli uffici, con tante situazioni e con i presidenti dei centri proprio perché ognuno di loro conosce i propri iscritti e quindi sa se ci sono situazioni da monitorare piuttosto che da segnalare ed è stato fatto costantemente”.

In attesa di quanto scaturirà dalla riunione di lunedì, Antonella Sberna afferma: “Adesso nell’ottica di una campagna vaccinale che, come emerge dai dati di questi giorni, è andata bene nel Lazio possiamo sicuramente valutare, nonostante una grande prudenza, di riaprire”.

“Però – tiene a ribadire – lo facciamo tutti insieme decidendo tempi, modi e regole. Da parte nostra ci sarà tutto il supporto come c’è sempre stato”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui