L’Università della Tuscia conferisce la laurea ad honorem a Vittorio Storaro

Vittorio Storaro, il “maestro della luce” di fama mondiale, ha ricevuto la laurea magistrale honoris causa in filologia moderna.

233
STORARO

Questa mattina nell’aula magna dell’università di Santa Maria in Gradi Vittorio Storaro, il “maestro della luce” di fama mondiale, ha ricevuto la laurea magistrale honoris causa in filologia moderna.
Il rettore Alessandro Ruggieri ha aperto la cerimonia: “Siamo onorati di conferire la laurea honoris a un artista che rappresenta un punto di riferimento assoluto nell’universo cinematografico”, ha detto in apertura.
Il titolo si aggiunge a una serie infinita di riconoscimenti: Storaro si è visto assegnare ben tre premi oscar in nove anni per le migliori fotografie di Apocalypse now, Reds e l’Ultimo imperatore. Nella sua lunga carriera, ha collaborato con personaggi del calibro di Dario Argento e Bernardo Bertolucci, studiando la luce in tutte le sue molteplici potenzialità espressive. Ha lavorato alla realizzazione di oltre 70 film, decine di opere, istallazioni illuministiche dal vivo.
Una carriera dedicata alla sperimentazione con la luce, le ombre e i colori, attraverso la quale ha saputo rispondere alle richieste di un mondo artistico in perpetuo movimento.
“Storaro ha saputo riscrivere in maniera creativa il mondo – ha affermato il direttore di dipartimento Giovanni Fiorentino – attraverso una continua ricerca artistica che vogliamo far conoscere ai ragazzi presenti in questa sala”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui