Con l'entrata in zona gialla musei, monumenti e mostre torneranno ad essere visitabili nei giorni feriali della settimana

Luoghi della cultura: ecco quali riaprono oggi a Viterbo e nel Lazio

231

Da oggi, 1 febbraio, il Lazio torna ufficialmente in zona gialla, con un parziale allentamento delle misure anti-Covid. Tra queste, c’è la riapertura dei luoghi della cultura soltanto – per ora – nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì.

Sul sito del MiBACT è disponibile l‘elenco aggiornato del calendario delle riaperture di musei e mostre di tutta Italia. Ecco quali saranno visitabili già da oggi nella provincia di Viterbo e nel Lazio:

  • Abbazia di Montecassino (FR)
  • Museo archeologico nazionale “G. Carettoni” e Area archeologica di Casinum, Cassino (FR)
  • Cappella dell’Annunziata a Cori (LT)
  • Museo archeologico nazionale di Formia (LT)
  • Comprensorio archeologico di Minturnae, Minturno (LT)
  • Museo Giacomo Manzù, Ardea (RM)
  • Museo delle navi romane di Nemi, Nemi (RM)
  • Museo nazionale di Castel Sant’Angelo, Roma (RM)
  • Pantheon, Roma (RM)
  • Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma (RM)
  • Galleria Spada, Roma (RM)
  • Museo nazionale romano – Crypta Balbi, Roma (RM)
  • Parco Archeologico del Colosseo, Roma (RM)
  • Monastero di San Benedetto Sacro Speco, Subiaco (RM)
  • Museo archeologico di Vulci, Canino (VT)
  • Palazzo Farnese a Caprarola (VT)
  • Palazzo Altieri a Oriolo Romano (VT)
  • Chiesa di Santa Maria Maggiore di Tuscania (VT)
  • Museo Archeologico nazionale di Tuscania (VT)
  • Chiesa di San Pietro a Tuscania (VT)
  • Villa Lante a Bagnaia (VT)
  • Museo Nazionale Rocca Albornoz, Viterbo (VT)
  • Civita di Bagnoregio (VT)

Da domani, 2 febbraio, apriranno al pubblico anche il Museo Archeologico Nazionale e la Necropoli dei Monterozzi di Tarquinia (VT), Villa Giustiniani a Bassano Romano e il Museo di Palazzo Doebbing, il mitreo e l’anfiteatro a Sutri.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui