Si valuta l'ipotesi di esporre Gloria sul sagrato della basilica che permette anche il rispetto delle norme anti assembramento

Macchina di S. Rosa, Arena: “Il Trasporto tradizionale con migliaia di persone festanti purtroppo è da escludere”

358

La speranza di tornare a vedere la Macchina di Santa Rosa fendere luminosa le strade buie di Viterbo è destinata anche quest’anno a svanire.

Il clima di incertezza, che già a giugno aleggiava sul Trasporto del 3 settembre, purtroppo con la risalita dei contagi e lo stato d’emergenza nazionale che si avvia ad essere prorogato fino a dicembre, ora si è acuito.

E al sindaco Arena non resta che prendere atto della situazione e dichiarare che “il Trasporto con migliaia di persone festanti intorno alla Macchina è da escludere”.

“Valuteremo, c’è ancora un po’ di tempo, l’eventuale montaggio al sagrato della basilica di S. Rosa e comunque pensiamo anche a un Trasporto straordinario quando sarà possibile”.

E sull’esposizione statica della Macchina precisa: “Adesso ne parlerò con il prefetto Bruno, con il Sodalizio dei facchini, con l’ideatore Ascenzi e con il costruttore Fiorillo. Sul sagrato è l’unico posto dove può stare in sicurezza perché ci sono gli attacchi e i tiranti. In altri luoghi è impensabile”.

L’ipotesi è di tenerla esposta per una quindicina di giorni.

Inoltre Arena sottolinea anche come logisticamente  l’area sia ideale per consentire di vedere la Macchina rispettando le norme anti Covid.

“Si può transennare e controllare l’afflusso, a gruppi limitati, dei visitatori che poi possono tornare indietro passando da via del Teatro nuovo, a fianco del santuario”.

Il sindaco tiene a puntualizzare: “Questa è un’idea, un’ipotesi. Adesso valuteremo perché comunque richiede organizzazione, va predisposto un piano di sicurezza che deve essere approvato dalla commissione di Vigilanza e Sicurezza della Prefettura”.

E Arena chiosa, ribadendo con amarezza: “Comunque il Trasporto tradizionale è da escludere”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui