Mai più vittime della strada: l’incontro formativo con gli studenti della Fantappié

Il convegno è stato organizzato dalla prefettura di Viterbo in occasione della “Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada"

Settanta ragazzi tra i 13 e i 14 anni ed un video che mostra loro le immagini eloquenti delle conseguenze dei comportamenti stradali scorretti.

Così ieri mattina, presso l’Istituto Comprensivo “Luigi Fantappiè”, si è aperto l’incontro, nato su invito della Prefettura di Viterbo, per ricordare la “Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada”, che ricorre il 17 novembre ed ha lo scopo di promuovere la cultura del rispetto delle regole e di migliorare la sicurezza della circolazione stradale attraverso iniziative di formazione e sensibilizzare da svolgersi presso le scuole di ogni ordine e grado.

Presenti all’incontro, oltre al Dirigente Scolastico prof.ssa Valeria Monacelli, dott. Fabio Geraci della Prefettura di Viterbo, il Vice Questore della Polizia Stradale dott. Gian Luca Porroni, l’Ispettore Antincendio Giovanni Aluisi e due giovani volontarie della Croce Rossa Italia, Eleonora Brandoni e Alessia Bianco.

I temi trattati hanno riguardato in particolare la guida sotto effetto di alcool e di sostanze stupefacenti, il mancato utilizzo del casco e delle cinture di sicurezza, l’uso improprio dello smartphone e la corretta condotta dei pedoni.

Una mattinata di efficace sensibilizzazione alla quale gli alunni hanno risposto con responsabilità, partecipando attivamente alla discussione e riconoscendo nei loro interlocutori coloro che con coraggio e tempestività svolgono attività di soccorso e consentono di ridurre le conseguenze nefaste degli incidenti stradali. A chiusura dell’evento, le due volontarie della Croce Rossa hanno permesso agli studenti, attraverso l’ausilio di appositi occhiali, di sperimentare su se stessi l’effetto della guida in stato alcolemico alterato.

Una mattinata dall’alto valore formativo per i giovanissimi alunni dell’Istituto Fantappiè che sono diventati i destinatari di una importante riflessione sul valore della vita e sulla acquisizione di corretti comportamenti volti a diminuire sempre di più il numero impressionante delle vittime della strada.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui