Mal di pancia in maggioranza, ora si riflette

Nella riunione di ieri sera il sindaco Tedesco ha assicurato che "il rimpasto si farà", ma sarà lui a decidere modi e tempi. Ora la parola spetta ai partiti

91

Per la maggioranza del sindaco Ernesto Tedesco è il momento della riflessione. O meglio della tregua armata. Dopo la riunione di maggioranza di giovedì sera a palazzo del Pincio ora le forze della coalizione debbono valutare le parole del capo della giunta. Proprio il primo cittadino (quota Lega) ha aperto alla necessità di un rimpasto, se non di un vero a proprio azzeramento delle deleghe, come qualcuno dei partiti della coalizione vorrebbe. Ma tempi e modi del rimpasto sarà lo stesso Tedesco a deciderli. “La faccia è la mia”, avrebbe detto il sindaco che nelle ultime settimane aveva affrontato i mal di pancia interni con un aplomb inglese, che è un po’ come dire “adesso ho ascoltato le vostre richieste e decido io”.
Quelle del prossimo week end dunque potrebbero essere ore decisive per capire se la maggioranza, ovvero Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, lista civica La Svolta (legata al vice sindaco Massimiliano Grasso che peraltro si sarebbe detto pronto a fare un passo indietro) e lista Tedesco (nella riunione di giovedì rappresentata dallo stesso primo cittadino) aspetteranno di buon grado il nuovo equilibrio delle deleghe assicurato da Tedesco, oppure torneranno a scalpitare per avere quanto chiesto in termini di rappresentatività in seno all’esecutivo. Certo è che anche la vicenda legata alle nomine di Civitavecchia servizi pubblici non ha contribuito a rasserenare il clima politico, o forse, come dicono da Radio Pincio, potrebbe essere stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui