Mammagialla: detenuto uccide a colpi di sgabello il compagno di cella

A Mammagialla, un detenuto indiano - arrestato a febbraio per tentato omicidio - ha ucciso a colpi di sgabello il compagno di cella.

1344
mammagialla

Nella serata di ieri, a Mammagialla, un detenuto indiano – arrestato a febbraio per tentato omicidio – ha ucciso a colpi di sgabello il compagno di cella, un italiano di 61 anni, dopo averlo accusato di avergli rubato l’accendino. Inutile la corsa dell’ambulanza a Belcolle, dove l’uomo è deceduto alle 3:00 di stanotte.

A denunciare l’episodio è Leo Beneduci, segretario generale dell’Osapp (Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria), che dichiara: “Questo fatto gravissimo, è l’ennesimo segnale che, il sistema penitenziario è ormai allo sfascio e che, tale situazione, è sicuramente dovuta anche al lassismo e permissività da parte degli organi amministrativi penitenziari, essendo l’effetto delle politiche scellerate del passato che, di fatto, hanno sguarnito l’organico del corpo di polizia penitenziaria, abbandonandolo a sé stesso, senza adottare i dovuti provvedimenti che, nel corso degli anni e anche di questo inizio 2019, continuiamo a chiedere invano alla parte politica e amministrativa.

Invece di adottare soltanto politiche di rieducazione, spesso tramutate in aggressioni ai poliziotti penitenziari e a risse anche tra gli stessi detenuti – conclude Beneduci – e campagne di delegittimazione del personale di polizia penitenziaria di Viterbo, è ora che si adottino anche seri provvedimenti relativi alla sicurezza del personale e delle strutture penitenziarie stesse”.

Giuseppe Proietti Consalvi,
Vicesegretario generale Osapp

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui