Mamme, non incartate la colazione dei vostri bimbi nella carta stagnola!

2097

Ora di ricreazione in una scuola di Viterbo. Alcuni bimbi prendono dallo zaino il loro bel panino o la fetta di ciambellone preparati dalle mamme, avvolti nella carta stagnola per preservarne il gusto e la freschezza e per praticità.

La carta d’alluminio però, a contatto con gli alimenti, è tossica. A ribadirlo è un documento del Comitato nazionale per la sicurezza alimentare (Cnsa), pubblicato sul portale del Ministero della Salute, nel quale si legge che l’alluminio presente nelle vaschette metalliche e nei fogli utilizzati per conservare e cuocere cibi può migrare negli alimenti e accumularsi nel cervello e ossa, provocando la perdita della funzione intellettuale.

“Non incartate panini nell’alluminio”

Quello che viene definito come “potenziale rischio per la salute è soprattutto per le fasce vulnerabili della popolazione”, in particolare quindi bimbini, anziani e donne in gravidanza.

Sull’argomento è intervenuto anche il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri che afferma: “Bisogna informare la popolazione e quindi sul sito del ministero saranno presenti indicazioni su come e quando usare questo metallo in cucina. Per esempio, non tenere incartato per ore nei fogli di alluminio il panino del vostro bambino”.
Sarebbe prudente quindi limitarne o evitarne l’uso perchè potrebbe, a lungo termine e se utilizzato spesso, creare danni neurologici e patologie ossee.

Meglio incartare le merendine dei bimbi, che stanno diverse ore nello zaino, con tovaglioli di carta o di tessuto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui