Manifestazione ieri a piazza del Comune contro il Governo (FOTO)

190

Nella giornata di ieri si è svolta a Viterbo la prima manifestazione di protesta alle restrizioni del governo, con piazza del comune piena di lavoratori e studenti che,
rivolti verso la prefettura ed il palazzo comunale,hanno espresso in modo pacifico ma determinato il loro dissenso chiedendo aiuti concreti per le imprese e le partite IVA che stanno risentendo maggiormente delle conseguenze dovute alle restrizioni.
Non era una piazza di negazionisti quella di ieri,il chè è stato ribadito più volte sia dalla persona di Umberto Ciucciarelli,chiarendo la ferma posizione di non negare assolutamente il Covid ma di contestare una mala gestione di questa malattia dalla letalità irrisoria ed un campagna allarmista messa in atto dai media .
Mala gestione da parte del governo, che pensa ad elargire “bonus monopattino” in un momento di profonda crisi economica,sanitaria e psicologica del paese;
Mala gestione da parte del sindaco Arena, contestato per le sue dichiarazioni riguardanti al voler chiudere tutte le scuole e alle ulteriori restrizioni in vigore nelle piazze dopo le ore 18.00;
Mala gestione della sanità locale,dove i tagli eseguiti dall’attuale presidente della regione e segretario del partito democratico si fanno sentire,trovando un pronto soccorso adibito quasi esclusivamente a reparto Covid,mentre gli altri reparti sono oramai quasi inesistenti.

La piazza era variegata da tutto il tessuto sociale della città dei papi, che ha visto in Umberto Ciucciarelli e Fabio Cima le persone adatte a dare voce alla manifestazione.
“NO DPCM NO LOCKDOWN”,”RISTORO SUBITO”,”SOSTEGNO ALLE IMPRESE ED AI LAVORATORI”, questi gli striscioni esposti dai manifestanti.
La manifestazione si è conclusa con un accensione di torce e cori da parte dei ragazzi della Curva Nord, che hanno presenziato in numero massiccio insieme a militanti di gruppi identitari locali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui