Il consigliere comunale leghista chiede di vaccinare senza distinzione di classe d’età tutti gli agenti della Polizia Locale

Marcoaldi (Lega): “Polizia Locale non è Cenerentola delle Forze dell’Ordine, vaccinare subito tutti gli agenti”

64
Polizia Locale

Vaccini a tutto il personale della Polizia Locale senza distinzione di classe di età, come è avvenuto, giustamente, per tutte le altre forze di polizia, di cui il corpo della municipale fa parte a tutti gli effetti. Questo chiede Carlo Marcoaldi, consigliere comunale della Lega a Palazzo dei Priori.

“Troppo spesso, purtroppo, lo si dimentica, e bisogna intervenire a ricordarlo, soprattutto se questo si traduce in una disparità di trattamento. La Polizia Locale – spiega Marcoaldi – è una forza di Polizia  e Forza pubblica. Non è la Cenerentola delle Forze dell’Ordine, ma ha pari dignità e merita stessa considerazione. Non si comprende, pertanto, come la Polizia Municipale, ad oggi, non sia stata dotata dello scudo vaccinale, ma lasciata in balia del rischio contagio da coronavirus”. 

“Ogni giorno – prosegue il consigliere leghista – i nostri agenti stanno sul territorio a diretto contatto con una moltitudine di cittadini nell’esercizio delle loro funzioni, per non parlare dell’impegno e della dedizione profusi da quando è esplosa l’epidemia che li ha visti a supporto della cittadinanza, a pattugliare strade, piazze e vicoli, a controllare, tra le altre cose, il rispetto delle misure Covid19 e ad assicurare la loro presenza ogni volta che ce n’è stato bisogno”. 

“In qualità di consigliere comunale della Lega – afferma – mi sento non solo di non condividere la soddisfazione del sindaco Giovanni Arena nell’apprendere che la Asl ha accettato di vaccinare gli appartenenti alla fascia d’età che va dai 58 ai 65 anni, ma manifesto al riguardo tutto il mio disappunto. Gli agenti della Polizia Municipale devono essere immediatamente vaccinati: tutti”. 

“Da qui – sottolinea Marcoaldi – il mio appello al Sindaco, in qualità di organo sanitario locale, che si faccia parte attiva verso tutte le istituzioni di ogni ordine e grado, affinché si facciano carico della grave situazione che imperversa all’ interno del Comando di Polizia Locale, dove costantemente si verificano casi di infezioni da COVID 19, con conseguente trasmissione del virus all’ interno delle famiglie degli agenti”. 

“Tutti loro, da marzo 2020, da quando il virus ha cambiato le nostre vite, sono impegnati in prima linea a fronteggiare l’emergenza, nonostante la carenza di personale. Verso di loro – conclude l’esponente viterbese del Carroccio – è rivolta tutta la nostra gratitudine, ma, soprattutto, in questo momento di difficoltà, con i contagi che si propagano a macchia d’olio, il massimo impegno da parte nostra, quali rappresentanti delle istituzioni, affinché vengano tutti vaccinati al più presto per continuare a svolgere la loro attività sul territorio in sicurezza, per loro, per le loro famiglie e per i cittadini con cui entrano in contatto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui