Marini (FI): “Via libera alle mozioni fondamentali per le ferrovie e no alle scorie nucleari”

137

Approvate due mozioni di Giulio Marini (FI): “Nella seduta odierna, l’Assemblea provinciale ha dato via libera a due mozioni, a mia firma, per il finanziamento del progetto di ripristino della ferrovia Orte-Capranica-Civitavecchia e per migliorare la Roma-Viterbo: i documenti impegnano il Presidente della Provincia di Viterbo, da una parte, a sollecitare la Regione Lazio e il Ministero delle Infrastrutture, affinché il progetto sia finanziato con fondi europei (Recovery Fund), statali e/o regionali, e, dall’altra, a relazionarsi con la stessa Regione Lazio, per garantire migliorie nel tratto Bracciano-Viterbo, da cui potranno trarre vantaggi sia i pendolari che gli itinerari turistici”.

Giulio Marini saluta con soddisfazione l’approvazione in Consiglio provinciale delle sue mozioni e manifesta, in qualità di delegato alle politiche ambientali, “altrettanta soddisfazione per il no unanime espresso dall’Assemblea all’individuazione della Tuscia quale sito per il deposito nazionale dei depositi radioattivi”.

“Il nostro territorio – sottolinea Marini – è noto in tutta Europa per i suoi tesori ambientali, oltre anche artistici e culturali, e le ricadute negative della localizzazione di un deposito di scorie radioattive sarebbero devastanti, sotto il profilo naturalistico e turistico. La pandemia ha già messo in ginocchio imprenditori e lavoratori del turismo e dell’indotto e noi ci opporremmo con tutte le nostre forze a questo scempio, che qualcuno, a Roma, ha deciso in totale spregio del territorio, dei suoi cittadini e dei suoi rappresentanti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui