Il primo cittadino in carica commenta la candidatura del figlio Enrico alle comunali: "Ho fatto molto per la città, e molto ancora c'è da fare"

Mario Scarnati: “Il prossimo sindaco di Fabrica? Largo ai giovani, hanno spirito e voglia per fare molto bene”

657

Elezioni comunali a Fabrica di Roma: è notizia di qualche settimana fa la candidatura di Enrico Scarnati, figlio dell’attuale sindaco, che insieme alla sua lista ha annunciato di voler puntare sullo sviluppo economico e turistico della città e delle bellezze dell’area in cui è immersa.

Abbiamo contattato il primo cittadino in carica, Mario Scarnati, al suo terzo mandato, per conoscere le sue impressioni sulla scelta del figlio Enrico, alla primissima esperienza in politica.

enrico scarnati
Enrico Scarnati, candidato sindaco

Cosa pensa della candidatura a sindaco di suo figlio? Quali sono le priorità da affrontare a Fabrica?

“Io ho fatto molto per la città, però è pur vero che ci sono delle cose da portare avanti che mio figlio ha centrato in pieno nella sua presentazione. Ha fatto tutto da solo, decidendo di puntare molto sul turismo, in particolare sulla parte vecchia della città e sui siti di interesse come Falerii Novi e la via Amerina. Tra le altre cose pensa anche alla realizzazione di una piscina coperta, riscaldata, un impianto ‘olimpionico’”.

Enrico ha dichiarato di essere una persona che per Fabrica ci ha sempre “messo la faccia”. Questo contribuisce a renderlo un candidato ottimale?

“Lui ha fatto sempre moltissime cose per Fabrica, è vero, si è impegnato per organizzare feste e manifestazioni importanti e per far conoscere questo luogo, così come anche le altre persone che sono nella lista con lui conoscono sicuramente quali sono i passi da intraprendere e i bisogni della città. Io sono stato sindaco per tre mandati, in questo tempo Fabrica si è ampliata molto, è la città della provincia che è cresciuta maggiormente, pur ponendosi a ‘misura d’uomo’ e con tutti i servizi necessari alla popolazione, ma c’è ancora da fare”.

Enrico ci ha spiegato che i fabrichesi stanno mantenendo un comportamento esemplare di fronte alla pandemia. Concorda?

“Assolutamente sì. Fin dall’inizio l’amministrazione ha collaborato molto con i medici e con la Asl di Viterbo, che sento di ringraziare. Per il resto i cittadini di Fabrica si stanno comportando benissimo, è veramente difficile vedere qualcuno in giro senza mascherina o con la mascherina indossata in maniera scorretta. Di recente abbiamo avuto pochissimi casi, perlopiù ricollegabili agli stessi cluster famigliari”.

Vuole aggiungere altro?

“È difficile in questo caso parlare della candidatura di Enrico, ma c’è una cosa di cui sono convinto: c’è bisogno di dare spazio ai giovani a Fabrica, loro hanno la voglia e lo spirito necessari per fare molto bene per la città e possiedono un punto di vista diverso su tanti aspetti, che è certamente utile”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui