"Un settore abbandonato dal Governo con aziende chiuse da mesi": nei prossimi giorni la decisione sulla riapertura dei locali

Mascherine, ricambio d’aria e balli di coppia solo tra congiunti: le proposte di Silb Fibe per riaprire le discoteche in sicurezza

121

Obbligo di indossare la mascherina anche mentre si balla, balli di coppia consentiti solo tra congiunti, ricambio d’aria più frequente all’interno dei locali, screening in uscita e sanzioni pesanti per chi viola le norme: sono queste alcune delle proposte di Silb Fipe (Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da ballo e di spettacolo) per consentire la riapertura delle discoteche in Italia in sicurezza.

I locali da ballo nel Paese sono stati chiusi lo scorso 16 agosto e lo resteranno fino al 7 settembre, a meno che lo stop sia prorogato da parte del Governo.

Per evitare che ciò avvenga, il Silb ha assicurato che verranno introdotte le misure sopraelencate, oltre a quelle già previste dalla legge come la misurazione della temperatura e il tracciamento all’ingresso e stretti controlli sul personale, obbligato a indossare la mascherina durante il lavoro.

Il presidente del Silb Fipe, Maurizio Pasca, ha sottolineato come il settore dei locali notturni sia quello più colpito dalla crisi in questo momento e che molte aziende sono ferme da mesi, oltre al fatto che l’aumento dei contagi in Italia a partire da agosto non possa essere imputato soltanto all’attività dei locali.

Anche Luca Talucci, presidente del Silb della provincia di Viterbo, aveva spiegato come il settore dell’intrattenimento e del ballo si ritrovasse “abbandonato” dal Governo, già prima che fosse disposta la chiusura di locali e discoteche. “Spesso mi verrebbe voglia di gettare tutto ma la passione e la devozione che dedico a questo sindacato per la difesa della categoria mi impone a lavorare per un futuro. Quale? Non lo so, però ci provo, ci proviamo”, aveva affermato Talucci.

Ora si attende solo di scoprire quali novità attendono il settore, duramente penalizzato dall’emergenza sanitaria ed economica, e se le proposte avanzate saranno sufficienti a garantirne la ripartenza.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui