Matrimoni falsi nella Tuscia, Salvini duro: “L’immigrazione non può essere business!”

Il vicepremier Salvini interviene sulla faccenda dei matrimoni falsi nella Tuscia

502
salvini

“È l’ennesima dimostrazione che una immigrazione disordinata e senza controllo è un business per troppi”. Anche il vicepremier Matteo Salvini è rimasto colpito dalle nove denunce per i falsi matrimoni organizzati tra europei ed extracomunitari nella Tuscia.

“Sono felice di aver fermato gli sbarchi e di aver chiuso i porti!”, prosegue il leader della Lega, ringraziando anche la polizia di stato e gli inquirenti per le indagini che hanno condotto fino a Civita Castellana, dove due pachistani organizzavano matrimoni combinati con donne italiane consenzienti per far ottenere il permesso di soggiorno a cittadini extracomunitari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui