Il sindaco di Tuscania annuncia controlli sui mezzi pubblici a partire da domani. Intanto preoccupa anche la situazione dei contagi a scuola

“Mentre si chiedono sacrifici alle attività e alla cultura, sui trasporti si sta facendo poco”

136
bartolacci
Fabio Bartolacci, sindaco di Tuscania

“Con i nuovi tre contagi di oggi saliamo a 40, non sono certamente pochi. Inizia a essere preoccupante per chi contrae il virus e per una gestione complicata di questa situazione”. I

l sindaco di Tuscania Fabio Bartolacci ha annunciato che anche oggi nel Comune si registrano dei nuovi casi di cittadini positivi al Covid-19 e i numeri non consentono certo di stare tranquilli, analogamente a quanto sta accadendo nel resto della Tuscia.

Per far fronte al crescente numero di contagi, il primo cittadino ha anticipato che da domani partiranno i controlli sui mezzi pubblici che trasportano i ragazzi che vanno a scuola e le persone che vanno a lavorare fuori. Questo perché, spiega il sindaco, “mentre si chiedono sacrifici alle attività commerciali, palestre e alla cultura con la chiusura di cinema e teatri, sui trasporti si sta facendo poco e questo mi dispiace”.

Intanto a preoccupare è anche la situazione delle scuole. “Già oggi alcuni ragazzi delle scuole medie sono stati invitati a restare a casa – spiega Bartolacci – mentre da poco ho saputo che anche alunni delle elementari da domani non andranno a scuola, come previsto da protocollo della Asl che viene pubblicato sul sito della scuola”.

Un invito quindi a non alimentare polemiche sterili, dato che la situazione delle scuole viene gestita tra queste ultime e la Asl e non dall’amministrazione comunale.

“Sono convinto – conclude Bartolacci – che non sarà facile affrontare questo lungo periodo, sarà stressante ma dobbiamo andare avanti con calma e senso di responsabilità”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui