Mercatone Uno, presentata alla Pisana l’interrogazione della consigliera Mattia

Lo dichiara la presidente della IX Commissione lavoro della Regione Lazio, Eleonora Mattia, in una mozione, presentata oggi alla Pisana, tra l'altro, chiede di ''mettere in campo ogni iniziativa per sostenere il reddito delle famiglie, coinvolgendo gli istituti di credito, in particolare di quelle gravate da mutui.

440

”Sulla gravissima vicenda di Mercatone Uno, con migliaia di persone licenziate senza alcun preavviso, è prioritario tutelare le famiglie coinvolte, cercando di mitigare gli effetti nefasti che ne sono derivati, primo tra tutti il rischio di perdere la casa per il mancato pagamento delle rate del mutuo”.

Lo dichiara la presidente della IX Commissione lavoro della Regione Lazio, Eleonora Mattia, in una mozione, presentata oggi alla Pisana, tra l’altro, chiede di ”mettere in campo ogni iniziativa per sostenere il reddito delle famiglie, coinvolgendo gli istituti di credito, in particolare di quelle gravate da mutui. Una risposta alla latitanza del Ministro del lavoro Di Maio che, senza muovere un dito, incassa decine di migliaia di licenziamenti da Mercatone Uno a Whirpool ad Auchan”.

”Mercatone Uno – precisa la Mattia – ha punti vendita anche nel Lazio, in particolare a Capena, Roma Tor Tre Teste, Borgorose (Ri), Monterosi (Vt) e Viterbo, con una ricaduta locale gravissima se pensiamo che, nella sola Capena, ben 20 famiglie si sono ritrovate, in modo del tutto improvviso e inaspettato, senza lavoro, senza reddito e senza prospettive. Pieno sostegno alle azioni avviate dall’assessore Di Berardino, credo che anche il Consiglio regionale possa assumere l’impegno per riaprire i tavoli di crisi, salvaguardare la dignità dei lavoratori ed essere vicini alle famiglie in modo concreto in questo momento così difficile. Sulla vicenda verrà presto convocata un’audizione in Commissione lavoro con tutte le parti coinvolte”.

Si legge in un comunicato della Regione Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui