Il sindaco Bigiotti incredulo: "Oggi mi vergogno dello Stato"

Migranti arrivati nella notte a Valentano? Dalle istituzioni nessuna conferma, tra i residenti cresce la paura

401

E’ una situazione paradossale quella che sta vivendo in queste ore il piccolo comune di Valentano, dove da ieri si vocifera del possibile arrivo di 40 migranti. A rendere nota la notizia è stato ieri il senatore viterbese di Forza Italia Francesco Battistoni, che ha dichiarato di aver presentato anche un’interrogazione al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

Alcuni residenti riferiscono di aver visto arrivare nel piazzale del convento, attorno alle 3 di notte, un pullmino da cui sono scese diverse persone. Per i residenti del posto non ci sono dubbi: si tratterebbe proprio dei 40 migranti in arrivo nella Tuscia di cui parlava il senatore Battistoni. Le certezze dei cittadini si basano sul fatto che il Viminale avrebbe individuato proprio il convento come struttura dove ospitare gli immigrati.

Il sindaco Stefano Bigiotti dice di non sapere niente e di non essere stato messo al corrente del presunto arrivo. Raggiunto da noi telefonicamente Bigiotti ha usato parole di sdegno: “Mi vergogno profondamente di non poter dare risposte certe ai miei concittadini ed alla stampa, oggi mi vergogno dello Stato”. Il sindaco rincara la dose: “Se tutto venisse confermato sarebbe un fatto di una gravità inaudita, quella struttura (il convento n.d.r.) non è a norma per accogliere i migranti poichè, oltre ad avere un camino pericolante, ha le utenze staccate da mesi e presenta numerosi altri problemi strutturali. Il ministro Lamorgese dovrà ritenersi responsabile dei possibili danni che il territorio potrebbe subire”.

Nel frattempo gli abitanti di Valentano sono letteralmente inferociti: “Volevamo andare questa mattina a protestare – ci dice uno di loro – ma per via delle disposizioni sugli assembramenti il sindaco ci ha detto di evitare fino a quando non ci saranno date risposte certe dagli organi competenti”.

L’arrivo dei 40 migranti potrebbe essere un pericolo per la sicurezza del paese, che conta neanche 3mila anime: basterebbe che soltanto la metà degli ospiti risultasse positiva al tampone per far diventare in un baleno il comune zona rossa. Ma, oltre all’aspetto sanitario, è incredibile che un sindaco non venga messo al corrente di quanto potrebbe accadere sul suo territorio. Il sindaco Bigiotti ci ha fatto sapere anche di aver scritto al ministro, al gabinetto della prefettura e agli altri sindaci dei comuni limitrofi e di aver ricevuto una risposta soltanto dagli altri sindaci, che si sono detti fermamente contrari all’arrivo.

Nelle prossime ore il silenzio delle istituzioni dovrà cessare e dovranno essere fornite a Bigiotti, ai residenti e alla stampa delle dichiarazioni. Qualcuno dovrà confermare o smentire quanto riferito da chi nella notte ha immortalato il pullmino con a bordo i presunti migranti arrivare nel piazzale antistante al convento.

In questi minuti qualcuno è riuscito a fotografare la fiancata del pullmino, la foto sembra non lasciare dubbi ma per le conferme ufficiali bisognerà attendere le istituzioni.

Di seguito le foto scattate dai residenti

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui