Numerosi i messaggi di vicinanza inviati al sindaco Stefano Bigiotti dopo le vicende della notte del 28 luglio

Migranti e rischio sicurezza, lo sdegno di Fratelli d’Italia: “Siamo con Valentano”

209

Moltissimi sono stati i messaggi di vicinanza espressi dai politici locali nei confronti del primo cittadino di Valentano, Stefano Bigiotti, dopo la notizia dell’arrivo di una quarantina di migranti nella notte del 28 luglio nell’ex convento dei frati del piccolo Comune della Tuscia.

Sebbene manchi ancora una conferma ufficiale da parte delle istituzioni, il sindaco di Valentano ha affermato di non essere stato avvertito di quanto stava accadendo nel suo paese e di non aver ricevuto alcun tipo di avviso da parte del Ministero.

Dopo la pubblicazione delle foto scattate nella notte del 28 luglio – che testimoniano l’arrivo del gruppo di migranti nel convento – sono fioccati i messaggi di vicinanza per la situazione che il Comune si trova ad affrontare, complessa dal punto di vista della sicurezza e del rispetto delle norme igienico-sanitarie, mentre si attende ancora di conoscere il numero degli eventuali positivi al test del Coronavirus tra i 40 migranti.

L’assessore ai Lavori Pubblici di Viterbo Laura Allegrini scrive così sulla sua pagina Facebook: “Hanno allocato a Valentano, nottetempo, 42 persone con anamnesi sconosciuta. La popolazione non è informata. Il sindaco ha il diritto di essere edotto sulle misure di contenimento perché deve a sua volta informare la popolazione. Così non si fa. #iostoconValentano”.
Anche la consigliera di Fdi Martina Minchella ha espresso grande sdegno per l’accaduto. “Quello che sta succedendo a Valentano è l’esempio eclatante della distanza siderale tra il Governo e i cittadini – scrive la consigliera – Come si fa a non interloquire con il Sindaco di un paese dove alle tre di notte porti migranti senza che il primo cittadino sia stato messo al corrente della situazione?”.
E ancora, il portavoce comunale di Fdi Vincenzo Fini e il deputato Mauro Rotelli hanno sottolineato come quanto accaduto vada totalmente contro l’idea di “trasparenza” professata dal governo Conte. “Com’era la storia del Governo che non lavorava con il favore delle tenebre…? – commenta Rotelli – Queste le foto scattate alle 3 di notte circa a Valentano, documentano l’arrivo dei migranti nell’ex Convento dei Frati Minori, struttura individuata dal Ministero degli Interni per far trascorrere la quarantena ai probabili Covid positivi. Con buona pace dei Sindaci, della Protezione Civile, della Asl e della Croce Rossa.

Nulla da aggiungere”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui