Milano, un peruviano stupra una bambina di 12 anni e le intima di non denunciare

Un evento orribile quello accaduto poche settimane fa a opera di un 20enne

204

Orribile ciò che è accaduto a Milano alcune settimane fa: un peruviano di 20 anni ha aggredito e stuprato una bambina di 12, minacciandola di morte perché non denunciasse l’avvenuto.

Dopo varie indagini, e in seguito alla denuncia della ragazzina avvenuta con netto ritardo rispetto all’accaduto (forse per la paura), il peruviano è stato tratto in arresto la notte del 4 maggio scorso a Pioltello, nella provincia milanese. E’ stato possibile risalire al ragazzo grazie alle indagini condotte dai militari insieme a uno psicoterapeuta che ha discusso a lungo con la vittima.

Il peruviano avrebbe anche mandato dei messaggi, nei giorni seguenti, alla 12enne, dei messaggi cosparsi di rabbia e gelosia, in cui, tra le altre cose, intimava alla povera bambina di non fare parola sull’accaduto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui