Minacciò i controllori del Cotral, condannato 40enne

Il suo legale Tiziana Maracci dichiara in aula che non è stato mai estratto un coltello e che dell'arma non si hanno riscontri.

170

Condannato per aver minacciato i controllori della Cotral lo scorso 28 maggio. L’uomo, un 40enne straniero, del Kosovo, si spacciò per un caro amico dei Casamonica per salire gratuitamente sul pulmann senza pagare il biglietto minacciando i controllori.

Il 40enne fu fermato e arrestato dai carabinieri di Nepi, avvertiti durante il tragitto del percorso,  dopo la minaccia verbale -”Multa non me la fai, sennò ti taglio la gola” – estraendo un coltello creando terrore e agitazione al bordo del mezzo pubblico.

Il suo legale Tiziana Maracci dichiara in aula che non è stato mai estratto un coltello e che dell’arma non si hanno riscontri. L’uomo è stato processato dal giudice al giudice Silvia Mattei con rito abbreviato di 6 mesi di arresto e il pagamento di tutte le spese processuali.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui