Mirabilia Mundi, alla Biblioteca comunale si espongono gli antichi atlanti restaurati

L’esposizione rappresenta un risultato importante nel progetto di tutela e valorizzazione del patrimonio librario antico che la Biblioteca Paroniana ha avviato da alcuni anni in collaborazione con la Soprintendenza Regionale ai Beni Librari.

0
150

Sabato 18 maggio, alle ore 17.30, presso la Biblioteca Comunale Paroniana di Rieti, in Via S. Pietro Martire, 28, sarà inaugurata la mostra “” che espone gli atlanti antichi custoditi nella biblioteca.

L’esposizione rappresenta un risultato importante nel progetto di tutela e valorizzazione del patrimonio librario antico che la Biblioteca Paroniana ha avviato da alcuni anni in collaborazione con la Soprintendenza Regionale ai Beni Librari.

Attraverso l’uso delle tecnologie più avanzate, gli atlanti antichi sono stati sottoposti a processi di restauro e digitalizzazione per preservarne l’integrità e renderli fruibili ad un pubblico sempre maggiore.

“Gli atlanti – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Gianfranco Formichetti – hanno sempre suscitato interesse e curiosità anche tra il pubblico odierno che li ha sostituiti con le più moderne risorse tecnologiche, per la loro intrinseca capacità di destare suggestioni e fantasie altrimenti impossibili, oltre che per l’indiscutibile pregio dato dalla loro antichità e rarità. Non più soltanto strumenti di conoscenza, a lungo hanno dato forma a itinerari dell’immaginazione verso mondi spesso solo vagheggiati, a esperienze di viaggi di scoperta, di ricerca o di evasione, che hanno fornito numerose risposte agli antichi scienziati e materiale infinito alla letteratura di ogni tempo. Per tutto ciò è sembrato opportuno arricchire la presentazione della mostra con la lettura di alcuni brani poetici riferiti al tema del viaggio: sono voci rese eterne dall’arte, così come dalla musica che ne amplifica la portata”.

L’inaugurazione della mostra sarà anche l’occasione per presentare il catalogo con pregevoli riproduzioni delle carte geografie antiche esposte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here