“Miracolo di Fede”: la Mini Macchina di Santa Rosa del quartiere Santa Barbara

Anche quest'anno fede e passione si rinnovano al quartiere Santa Barbara.

“Miracolo di Fede”. E’ questo il nome della Mini Macchina di Santa Rosa del quartiere Santa Barbara, che nella serata di domenica 25 agosto si mostrerà alla cittadinanza nel suo secondo trasporto.

I lavori di preparazione del Comitato, presieduto da don Claudio Sperapani, volgono ormai al termine e i Mini Facchini stanno completando le tre settimane di prove tra fatica e amicizie che nascono e si consolidano.

Abbiamo incontrato Giorgio Frisoni, membro del direttivo, che per la Mini Macchina si occupa di garantire la sicurezza e cura gli aspetti tecnici.

“Il modello “Miracolo di Fede” è stato ideato da Luca Di Prospero – racconta Frisoni – E’ una rivisitazione del progetto presentato oltre 10 anni fa dal padre Gianluca per la Macchina del 3 settembre”.

Sesto trasporto della storia del quartiere, oltre 11 metri di altezza per 550 chili, la Mini Macchina vuole essere un omaggio a Viterbo e alla sua tradizione. Alle 21 di domenica, al sollevate e fermi del Capofacchino Diego Terzoli, gli oltre 60 Mini Facchini (nei diversi ruoli) daranno via al trasporto. Partenza da via Tarconte, via Lega dei XII Popoli, via degli Etruschi, via Porsenna, piazzale Porsenna, piazzale dei Buccheri e rientro sul piazzale della chiesa. Un trasporto dedicato a tutto il quartiere e all’intera città.

“E’ sempre una grande emozione vedere con quanta passione i ragazzi si dedicano al trasporto. Fede e devozione che si tramandano di padre in figlio. E tutti, proprio tutti, dal più vivace al più timido, quella sera sono uniti e concentrati in un atto d’amore”.

Il Comitato Mini Macchina di Santa Barbara assieme al Comitato festeggiamenti del quartiere si impegnano per coinvolgere i giovani in manifestazioni di carattere culturale e nel mantenere vive le tradizioni viterbesi.

“Quest’anno il cartellone della festa ha previsto, tra le tante iniziative, una grande novità: una mostra dedicata alla figura di Santa Rosa – continua – Trentasei opere realizzate dagli studenti del liceo artistico Francesco Orioli di Viterbo, esposte nella chiesa parrocchiale di Santa Barbara in occasione del trasporto. La mostra ha come soggetto Santa Rosa e la macchina, proprio quella che il 25 agosto sfilerà per le vie del quartiere. Tanti ragazzi tra i 15 e i 16 anni, per un totale di circa 60, coordinati dalle professoresse Carmen e Angela Pizzuto”.

Sui lavori alla figura di Santa Rosa e della macchina fa da sfondo San Pellegrino, la loggia papale e altri elementi caratteristici che identificano Viterbo. Nelle raffigurazioni esposte anche la colomba, simbolo dello spirito divino e della purezza della Santa Bambina. I ragazzi del liceo Orioli sono partiti da un lavoro fotografico, sul quale sono state utilizzate diverse tecniche, la pittura digitale, photoshop e Illustrator, fino ad arrivare a tele dipinte con colori acrilici e ad olio. La mostra resterà aperta fino al 3 settembre.

Tradizioni consolidate e appuntamenti nuovi, dunque, come anche la fiaccolata preceduta dagli sbandieratori del Centro Storico che questa sera, giovedì alle ore 21, accompagnerà la statua di Santa Rosa dalla chiesa alla “mossa” – sotto la macchina – dove riceverà la benedizione di don Claudio nell’ambito di una piccola cerimonia, per poi essere collocata in cima.

Il Comitato Mini Macchina di Santa Barbara assieme al Comitato festeggiamenti vi aspettano numerosi. Per tutte le informazioni sul programma https://www.facebook.com/comitatominimacchinasantabarbara/.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui