I proprietari dei terreni agricoli avranno la possibilità di adibirne una parte a parcheggi a pagamento, dal 1 luglio al 30 settembre di ogni anno

Montefiascone, ok dal Comune ai parcheggi “a cielo aperto” sul lungo lago

310

Montefiascone, via libera dal Comune alla creazione di parcheggi “a cielo aperto” sul lago di Bolsena per far fronte alla “nota e cronica assenza di idonei luoghi di sosta”, come si legge nella delibera di giunta n.119 pubblicata sul sito del Comune.

Nel periodo che va dal 1 luglio al 30 settembre di ogni anno, dalle 8 alle 20, sarà infatti possibile, per i proprietari di terreni agricoli, adibirne una parte a parcheggi a pagamento, allo scopo di evitare il frequente fenomeno del “parcheggio selvaggio ed incontrollato che reca intralcio e pericolo alla circolazione veicolare e pedonale, nonchè ai mezzi di pronto soccorso”.

I proprietari dei terreni lungo il lago dovranno rispettare una serie di condizioni e agire “nel rispetto delle norme paesaggistiche, archeologiche, idrogeologiche ed antincendio”.

Si legge ancora nella delibera che “L’attività di parcheggio per autoveicoli a cielo aperto verrà consentita previa presentazione all’Ufficio S.U.A.P. di idonea SCIA, corredata dei documenti di rito, quali: copia documento di identità del richiedente; copia certificato di destinazione urbanistica del terreno; certificato prevenzioni incendi, quando dovuto; elaborato grafico dell’area su cui si svolgerà l’attività di parcheggio; atto di proprietà o titolo legittimante l’utilizzo dell’area; polizza assicurativa; piano tariffario eventualmente applicato per la sosta, che dovrà essere regolarmente esposto al pubblico”.

L’elaborato grafico del progetto di realizzazione del parcheggio dovrà riportare il numero di autoveicoli previsti, nonchè la viabilità interna. Inoltre, come riportato sulla delibera, “ai proprietari/gestori del parcheggio per gli autoveicoli e fatto obbligo di dotare, l’area medesima, di un adeguato numero di estintori”, ed è fatto loro assoluto divieto – pena la chiusura dell’attività – di “effettuare, sull’area adibita a parcheggio, lavori di scavo di qualsiasi genere, di riporto terra, sabbia, ghiaia, ecc.; realizzare strutture o opere in cemento, laterizio, ferro, alluminio, ecc. di qualsiasi tipo e misura; modificare in qualsiasi modo lo stato dei luoghi; esercitare l’attività turistico-ricettiva quali la sosta camper e il campeggio”.

Di seguito il testo completo:

delibera originale (1)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui