Il sindaco ripercorre le vicissitudini della struttura mostrando i risultati raggiunti negli ultimi anni

Montefiascone, Paolini rassicura su Villa Serena: “Il bilancio è in equilibrio”

150

“Villa Serena aveva un debito col Comune di 360 mila euro relativo a 4 anni e tre mesi di affitto. A sua volta il Comune doveva a Villa Serena la somma di 150 mila euro per le rette”.

Nel periodo che va dal 5 agosto 2016, data di insediamento del nuovo consiglio di amministrazione, a tutto il 2018, Villa Serena ha saldato i canoni di affitto, di 90 mila euro all’anno, relativi al periodo dal 2012 al 2015, più 5 mesi del 2016, per un totale di 397 mila e 500 euro.

“Alla fine del 2018 Villa Serena doveva al comune per affitti, relativi a sette mesi del 2016 ed agli anni 2017 e 2018, un totale di 232 mila e 500 euro. Dal canto suo il Comune doveva a Villa Serena 160 mila 136 euro per le rette.

Nel frattempo Villa Serena, a partire dal mese di febbraio 2018, aveva iniziato a pagare la Geress srl per un importo di 392 mila e 490 euro, pagamenti il cui saldo è stato effettuato nel mese di aprile 2019.

Tra agosto e settembre 2019 Villa Serena ha provveduto anche a saldare il Comune relativamente agli affitti relativi ai mesi residui del 2016 e dell’anno 2017. Ad oggi, dunque, Villa Serena deve al Comune la somma di 157 mila euro per affitti, mentre il Comune è debitore verso Villa Serena di 101 mila e 695 euro per le rette dell’RSA”.

A seguito della decisione della Geress srl di recedere dalla società, decisione manifestata ad aprile 2017, si è avuto un periodo di transizione che si è concluso a marzo 2018. La Geress srl è definitivamente uscita dalla società.

“L’Amministrazione nel frattempo -ha ricordato il sindaco- non è stata inerte. Da un lato, si è intervenuti sulla struttura con lavori per l’impianto antincendio, gli ambulatori, la pulizia delle caldaie, il forno per la cucina ed altre opere, per un investimento totale di 120 mila euro.

Sono stati effettuati anche interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per una somma di circa 70 mila euro. Dall’altra si è provveduto ad ottemperare agli adempimenti sulle disposizioni in tema di trasparenza, di sicurezza, di anticorruzione; sono stati avviati corsi di formazione, compreso il PAR (sulle infezioni sanitarie).

Si è inoltre proceduto alla stabilizzazione di circa 20 unità di personale, tra infermieri ed OSS, riportando i parametri relativi al personale dipendente entro le direttive regionali, tanto che ad oggi non vi sono più lavoratori precari”.

Attualmente il bilancio è in equilibrio; gli 80 posti letto della Rsa sono tutti occupati e, cosa mai successa prima, c’è una lista d’attesa; l’attività ambulatoriale sta prendendo sempre più piede.

Il capitale sociale non è più di 815 mila euro, ma di 1 milione e settantamila euro.
“Questa dunque la situazione di un’azienda, consolidata e rafforzata, nel momento in cui ci si accinge a preparare il capitolato di gara. Ritengo che nel giro di pochi mesi arriveremo all’inserimento del socio privato al 49%”.

Il sindaco, infine, ha voluto ringraziare il consiglio d’amministrazione di Villa Serena ed anche la maggioranza tutta, che ha sostenuto con convinzione un’operazione che “da Villa Serena conduce ad un’azienda, che non si può più definire una semplice casa di riposo, ma una casa di cura a tutti gli effetti”.

Insomma un’operazione, ha concluso il sindaco Paolini, che porta “Villa Serena ad essere una delle strutture all’avanguardia e più competitiva di tutta la provincia di Viterbo”.

Comune di Montefiascone

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui