Il sindaco non vede l'ora di assistere ad un derby tutto in salsa viterbese, magari con entrambe le squadre di casa all'Enrico Rocchi...

Monterosi e Viterbese insieme al Rocchi? Arena lo spera: “Difficile, ma sarebbe bellissimo”

106

Il Monterosi, da domenica, è ufficialmente approdato tra i professionisti. Il successo per 2-0 ai danni del Latina ha regalato la certezza matematica di una storica promozione ai biancorossi, che ora si godono i festeggiamenti e pensano al futuro.

Eh già, il futuro. Con l’atterraggio nel calcio che conta, il Monterosi deve anche fare i conti con la burocrazia del calcio italiano, che obbliga ogni club a giocare le partite casalinghe in un impianto che sia omologato dalla FIGC per i campionati professionistici. La società monterosolina dovrà salutare dunque il “Martoni” che, purtroppo, non dispone dei requisiti richiesti dalla Federazione per poter ospitare le gare di Serie C.

Per questo, il presidente Luciano Capponi sta prendendo in considerazione l’idea di “affittare” alla Viterbese l’Enrico Rocchi, la casa di quella che, fino ad una settimana fa, era l’unica squadra della Tuscia a militare in un campionato professionistico. Eppure, nonostante i toni distesi dell’incontro con il presidente gialloblu Marco Arturo Romano, l’attesa fumata bianca non è arrivata. La Viterbese ha fatto capire di essere disponibile a collaborare con i cugini ma, al contempo, Romano ha affermato chiaramente che l’utilizzo del Rocchi non potrà essere a titolo gratuito.

La manutenzione del manto erboso, le bollette per i riflettori, per l’acqua e l’acquisto del telo di copertura sono infatti spese non indifferenti già per una sola società. Figuriamoci per una società che deve pagare per due. E’ chiaro, perciò, che il Monterosi dovrà “pagare moneta” se vorrà “vedere cammello”.

Tuttavia, nonostante la situazione di stallo tra le due squadre, c’è chi non vede già l’ora di assistere al primo derby “made in Tuscia” in Serie C e sogna che entrambe le compagini possano essere di casa in Via della Palazzina. Stiamo parlando del sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena, che è uno degli sponsor più importanti per un Rocchi a tinte gialloblu e biancorosse.

“Ieri – ci dice il sindaco – ho telefonato al sindaco Giglietti per complimentarmi, le mie più sentite congratulazioni vanno anche al presidente Capponi, al mister D’Antoni e a tutti i ragazzi della squadra e dello staff”. Per Arena, che di sport se ne intende, quella del Monterosi è “un’impresa senza precedenti” perché “non è facile, per un Comune di 4mila abitanti, arrivare ad un palcoscenico così prestigioso come la Serie C”.

“Vedere la Viterbese ed il Monterosi insieme al Rocchi è difficile, ma sarebbe bellissimo”, ci confessa il primo cittadino. “Non so se riusciranno a far coincidere le rispettive esigenze – conclude – ma mi è stato riferito che i due presidenti erano disponibili. Per la Tuscia potrebbe essere davvero una bella cosa, non vedo l’ora che inizi il prossimo campionato e spero che entrambe le squadre possano essere inserite nello stesso girone”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui