Mosche in cucina, lavoratori in nero e schiamazzi: multe salate per un bar dell’Ellera

I controlli sono scaturiti dopo le ennesime segnalazioni dei residenti esasperati per gli schiamazzi notturni

938

Sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Viterbo, i militari del personale del NAS e il personale dell’Ispettorato del lavoro per scoprire le irregolarità gestionali e di igiene di un noto bar nel quartiere Ellera.

I carabinieri sono stati allertati dai residenti che, sfiniti per i rumori notturni, più volte avevano segnalato con lamentele gli schiamazzi provenienti dal bar in questione, arrivando addirittura a mettere in vendita la propria abitazione, pur di allontanarsi dalla quella situazione esasperante.

Così nella notte tra domenica e lunedì sono i scattati i controlli che hanno portato i Carabinieri a scoprire che dentro all’esercizio commerciale c’erano due lavoratori “in nero”: si tratta di due ragazze, appena maggiorenni, che prestavano servizio nel bar senza nessun contratto di lavoro, per cui si è proceduto a sanzionare i proprietari, diffidando il versamento delle sanzioni onde poter riaprire l’attività.

Gli agenti del NAS hanno invece trovato una situazione di igiene precaria per quanto riguarda la conservazione del cibo: sono state infatti rinvenute numerose mosche all’interno del locale, probabilmente dovute alla poca cura delle cibarie e pertanto sono stati sono stati sanzionati per difformità ai requisiti generali per la sicurezza alimentare, ai sensi del regolamento CEE nr.852/2004.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui