Muore in un incidente durante la “staffetta” di un cane: il cordoglio della Tuscia

367
L’intero mondo animalista, e non solo, è rimasto profondamente colpito dall’incidente di domenica scorsa sull’A14.
Un terribile schianto dove hanno perso la vita due volontari dell’Enpa Elisabetta Barbieri, notissima attivista dell’ente nazionale protezione animali, l’autista del furgone, Federico Tonin ed un cucciolo di pastore tedesco.
I volontari stavano trasportando dalla Puglia 50 cani e 10 gatti destinati all’adozione.
Lo schianto è avvenuto intorno alle 5.30: due automezzi pesanti si sono tamponati in autostrada: uno è finito di traverso sulla corsia ed è stato colpito in pieno dal furgone che era a poca distanza.
L’impatto, purtroppo, è stato fatale e per Elisabetta e Federico non c’è stato nulla da fare.
Sui social immediatamente si è diffusa la tragica notizia e tantissimi sono stati i messaggi di vicinanza alle vittime e alle loro famiglie da nord a sud della Penisola.
Anche la Tuscia si è unita alla catena di dolore.
Ecco il messaggio dell’associazione animalista Mifidodifido:
“Molti di voi penseranno che siamo matti noi volontari a metterci al volante di notte, fare su e giù in tutta Italia, a togliere ore alle nostre famiglie, al nostro lavoro, a curare tanti animali sofferenti e abbandonati.
E curare le adozioni significa molto spesso intrecciare legami e amicizie, fare da psicologi, economisti e tanto altro.
Non siamo matti, siamo solo empatici, e nessuno ci dovrebbe giudicare perché quel misto di gioia e di spensieratezza in quello che facciamo lo facciamo con il cuore e ci mettiamo tutto qualche volta anche la vita.
R.I.P. Elisabetta e Federico e il povero cagnolone.
Un abbraccio alle vostre famiglie e condoglianze.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui