Museo della Ceramica, le maioliche medioevali dal Butto di Celleno Vecchio conquistano il pubblico

Grande successo per la mostra al Museo della Ceramica della Tuscia.

225

Dal 18 maggio sono più di 2000 i visitatori che hanno colto l’occasione e sono venuti a visitare la mostra temporanea presente nel Museo della Ceramica della Tuscia di Viterbo, che racconta la storia del Butto di Celleno Vecchio e dei suoi reperti iniziata nel 1975, tra leggende popolari e fatti di cronaca, legati alle vicende del ritrovamento.

I visitatori hanno potuto scoprire a pieno le ceramiche di Celleno grazie alle visite guidate, tenute dal personale del museo, che spiegando le forme ceramiche, gli apparati iconografici e raccontando curiosità rendono ogni volta viva e pulsante la storia del butto di Celleno e delle sue ceramiche medioevali.

Molti sono stati i turisti, in visita nella città dei papi, che hanno scoperto la ricchezza ceramica dei nostri territori, ed ancor di più gli appassionati di ceramica che grazie alla due giorni di “Buongiorno Ceramica! 2019” hanno potuto ritrovare una città viva, attratti dalle botteghe artigiane aperte e dalle visite ai laboratori dell’università, e con molte storie da ascoltare, attraverso le numerose mostre tematiche, i laboratori dimostrativi finendo con i concerti.

Si legge in un comunicato del Museo della Ceramica di Viterbo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui