Il senatore di Forza Italia presenta una mozione in Senato per consentire la libertà di spostamento, nella sola giornata del 25 dicembre, dal territorio comunale a quello provinciale

Natale 2020, Battistoni (FI): “Presentata mozione per modificare divieto spostamento tra comuni per il 25 dicembre”

118
“Nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre – afferma il senatore viterbese di Forza Italia, Francesco Battistoni – è previsto che ‘dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato altresì ogni spostamento tra comuni’.
Questa imposizione appare decisamente pressapochista, poichè non considera le peculiarità del territorio italiano, fatto, per lo più, di piccoli comuni e non solo di grandi città, come quello della nostra Provincia in cui, nel raggio di pochi chilometri, si estendono due o più Comuni”.
“In pratica – spiega Battistoni – in una grande città, il 25 e 26 dicembre ed il 1° gennaio, saranno consentiti i ricongiungimenti familiari, mentre in un territorio come quello della Tuscia, sarà proibito spostarsi in un altro comune distante anche solo poche centinaia di metri. Una iniquità spaventosa che come Forza Italia stiamo cercando di combattere in Parlamento”.
In nome della libertà e del buonsenso – fa sapere – ho presentato, insieme ad altri colleghi, una mozione in Senato, per impegnare il governo alla modifica dell’articolo 1, comma 4 del Dpcm del 3 dicembre 2020, per consentire la libertà di spostamento, nella sola giornata del 25 dicembre, dal territorio comunale a quello provinciale e prevedere, in ogni caso, nel rispetto del principio di precauzione e di massima tutela della salute pubblica, la possibilità di derogare ai limiti di spostamento imposti, nel caso di ricongiungimento familiare con persone anziane, persone affette da disabilità o di figli con genitori separati.
Il governo dovrà ascoltarci. Non lo chiede solo forza Italia, lo chiedono tantissime famiglie italiane”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui