La denuncia di Ricci (Pd) in Consiglio comunale. Allegrini e Arena: "Verificheremo se è possibile intervenire attingendo ai fondi di emergenza"

“Nel quartiere Cunicchio sampietrini scoperchiati e ratti nelle abitazioni…”

401

“Una situazione grave quella dell’antico quartiere Cunicchio, situato nel centro storico della città, che ha fatto la storia di Viterbo e dato i natali a alcuni dei personaggi più importanti”. La denuncia circa lo stato di degrado della zona è arrivata dal consigliere del Pd Alvaro Ricci nel Consiglio comunale di questa mattina, che è tornato sull’argomento dopo aver chiesto – e non ottenuto – spiegazioni al riguardo in passato.

“Sono circa 9 mesi – spiega Ricci – che c’è una strada interrotta in via Santa Maria delle Rose e così via del Cunicchio è diventata a doppio senso, non è possibile parcheggiare la macchina ed è un problema di grave disagio, non solo di circolazione, ma anche igienico-sanitario”.

Infatti, in seguito allo scoperchiamento dei sampietrini al di sopra della rete fognante, si è iniziata a verificare una fuoriuscita continua di ratti e pantegane. “Ci sono abitazioni al piano terra che si vedono entrare queste bestie, i residenti mi hanno mandato filmati e fotografie che testimoniano tutto questo”, continua il consigliere.

“C’è poi un edificio limitrofo a quella zona abbandonato da anni, sede ormai di piccioni e escrementi a non finire. Avevo chiesto che si provvedesse a fare un’ordinanza ai proprietari ma nulla è stato fatto. Tanto che gli abitanti, esasperati, hanno scritto una lettera al Prefetto dato che dal comune non c’è stata risposta – aggiunge – e non mi si dica che la competenza è di Talete…”.

L’assessore ai lavori pubblici del Comune di Viterbo, Laura Allegrini

L’assessore ai Lavori Pubblici Laura Allegrini di seguito ha spiegato che “sono stati fatti diversi sopralluoghi nell’area, con Talete e senza Talete e poi di nuovo con. Abbiamo fatto un preventivo dei lavori ma la procedura ha avuto un piccolo rallentamento, è stato appurato che occorrono 40 mila euro per il rifacimento del tratto fognario e della pavimentazione – prosegue l’assessore – è nostra intenzione stanziarli nel bilancio di previsione che faremo a settembre, prima di quella data non siamo in condizioni di averli, o se fosse possibile poter attingere al fondo di emergenza potremo farli subito i lavori, altrimenti aspetteremo settembre”.

Anche il sindaco Giovanni Arena ha annunciato che verrà svolta una verifica con l’ufficio ragioneria. “Essendo un lavoro improcrastinabile per la situazione di grande disagio dei cittadini vedremo se è possibile intervenire in dodicesimi”, ha spiegato il primo cittadino.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui