Nepi, forte aumento di casi positivi: verso un lockdown locale

357
Di Claudia Kasa
In queste ultime settimane nella Città delle acque si sta verificando un forte aumento di casi positivi al Covid-19.
Il focolaio si è verificato alla Next, una palestra ta alle porte di Nepi, frequentata da numerosi giovani nepesini contagiati.
Ad oggi i positivi ammonterebbero a quindici.
Il sindaco di Nepi, Franco Vita, rende nota – in un post su Facebook – l’apertura di ulteriori tre drive-in: a Viterbo, Civita Castellana e Tarquinia. Nell’ultimo incontro con il prefetto, il questore, il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri e la dott.ssa Daniela Donetti (direttrice generale della ASL), sono state evidenziate alcune criticità che potrebbero portare ad assumere un mini-lockdown.
Il Governo ha attribuito il potere decisionale del mini-lockdown alle autorità locali. Ma queste ultime non possono e non hanno le giuste competenze per poter assumere una decisione così delicata.
Il problema è che una chiusura, seppur parziale, colpirebbe soprattutto i commercianti. Questa situazione potrebbe generare un’insoddisfazione e scatenare l’ira di chi, dopo il lockdown generale, si è rimboccato le maniche e ha riaperto le saracinesche.
Le autorità competenti, allo scopo di salvaguardare la salute dei cittadini, dovrebbero rendere noto pubblicamente i nomi dei casi positivi?
D’altronde, è più importante mantenere la privacy del singolo o tutelare la salute pubblica?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui