Nepi, itinerario straordinario: le catacombe di Santa Savinilla

La catacomba si trova nei pressi del cimitero di Nepi e vi si accede dalla chiesa di San Tolomeo alle Sante Grotte

Catacombe Nepi

Catacombe NepiLa catacomba di Santa Savinilla è uno dei monumenti cimiteriali paleocristiani più importanti della Tuscia viterbese e di tutto il centro Italia.

Prende il nome dalla matrona Savinilla, la quale, secondo alcuni documenti, avrebbe raccolto i corpi dei santi Tolomeo e Romano (patroni della città di Nepi) dopo essere stati martirizzati sotto l’imperatore Claudio II il Gotico (268-270) per poi seppellirli nella cripta di famiglia, dove già riposavano i suoi figli e altri martiri.

La catacomba meraviglia agli occhi del visitatore per la grandezza delle sue gallerie, quella principale arriva a superare i 6 metri di altezza per una larghezza che può raggiungere anche i 4 metri conferendole un aspetto monumentale.

È composta da tre gallerie scavate nel tufo dalle quali partono diverse ramificazioni
visitabili. Sulle pareti è possibile leggere iscrizioni funerarie che ne testimoniano l’uso già dal IV secolo, si possono inoltre ammirare le bellissime pitture risalenti al XIV secolo tra cui un Cristo benedicente.

La catacomba si trova nei pressi del cimitero di Nepi e vi si accede dalla chiesa di San Tolomeo alle Sante Grotte.

È possibile visitare la catacomba di Santa Savinilla prenotando direttamente al Museo Civico di Nepi, via falisca, 31.

Tel. 0761 570604

e-mail: museo@comune.nepi.vt.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui