La puntualizzazione del presidente Romoli durante la prima assise del nuovo governo provinciale

“Non ci siamo spogliati delle nostre ideologie ma il territorio viene prima della casacca”

114

“Io qui sono chiamato a operare a favore di tutte le comunità”.

Il neo presidente di Palazzo Gentili Alessandro Romoli ribadisce, durante il primo consiglio del suo mandato, il ruolo da amministratore scevro da pregiudiziali ideologiche.

“Non ci siamo spogliati della nostra ideologia ma il servizio al territorio viene prima della casacca” puntualizza, replicando in particolare al consigliere della Lega Zacchini che aveva tirato in ballo la questione della coerenza politica.

L’assise ha quindi proceduto alla surroga dei quattro consiglieri comunali di Viterbo, decaduti.

A Giulio Marini di Forza Italia subentra Francesco Ciarlanti, nominato capogruppo della lista ‘Azzurri per la Tuscia’ mentre Lina Delle Monache di ‘Tuscia democratica’ è sostituita da Glauco Clementucci. In realtà il primo dei non eletti era il consigliere viterbese Massimo Erbetti del M5s, anche lui decaduto. All’opposizione al posto di Gianluca Grancini di ‘Tuscia Tricolore’ entra Antonio Porri mentre a sostituire Stefano Caporossi di ‘Prima la Tuscia’ arriva

Angelo Rauso.

Scontata la nomina del vice presidente: Pietro Nocchi.

In prosecuzione del tandem che ha governato Palazzo Gentili negli ultimi due anni.

Da tutti i rappresentanti provinciali sono giunte espressioni di solidarietà e vicinanza al sindaco Arena per la caduta dell’amministrazione, soprattutto per la modalità “violenta” adottata.

Il presidente Romoli ha anche annunciato l’assegnazione delle deleghe ai consiglieri “dopo le festività” e novità di questa consiliatura “la nomina di tre assessori e l’assegnazione di altre competenze alla Provincia”.

Nel saluto iniziale, Romoli ha dichiarato: “Spero in un lavoro improntato su una collaborazione fattiva nell’interesse della Tuscia. Appena eletti abbiamo attivato la procedura con Unitus, Cnr e Anci per avviare una task force per il Pnrr. Sarà anche istituita una apposita delega perché il Piano è un’opportunità unica per il territorio”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui