Il sindaco di Bagnoregio Luca Profili commenta l'intervento de La Vita in Diretta: "Servizio vergognoso, non si specula in questo modo sulla paura delle persone"

“Non consentirò che dei servizi televisivi possano minare la tranquillità del nostro paese”

208
luca profili bagnoregio
Il sindaco di Bagnoregio Luca Profili

“A Bagnoregio la situazione è sotto controllo. Non c’è assolutamente bisogno di trasformare tutto questo in uno show”. Il sindaco Luca Profili nelle scorse ore è intervenuto in merito a un servizio mandato in onda in data 16 dicembre su Rai Uno a “La Vita in Diretta”, in cui si presentava il tema del focolaio sviluppatosi nel convento di San Francesco, con la positività di 105 suore.

“Credo sia stato un servizio vergognoso – commenta il primo cittadino – perché non si specula in questo modo sulla paura delle persone e sullo stress che già è stato accumulato da giorni e giorni”. Profili si riferisce in modo particolare all’ultima parte del servizio, in cui l’inviato ha anticipato la notizia, confermata dal bollettino della Asl di Viterbo di ieri, di nuovi contagi in un altro convento “vicino” a quello di San Francesco.

“Ovviamente questo ha generato paura all’interno della cittadinanza – ha aggiunto il sindaco – perché avendo noi altri conventi, anche di padri, qualcuno ha pensato che potesse trattarsi di loro, non specificando che invece ci si stesse riferendo al monastero di Montefiascone, dove oggi (ieri, ndr) sono stati riscontrati 36 casi”.

“Quando è stata confermata la positività delle suore nel convento di Bagnoregio – prosegue Profili – ho subito avvertito che avevano avuto contatti con quelli di Celleno, Tuscania e Montefiascone e dal bollettino della Asl è emersa infatti la situazione di difficoltà anche degli altri conventi. Non consentirò – conclude – che ci saranno servizi televisivi che possano minare la serenità del nostro paese”.

Di seguito il dibattuto servizio mandato in onda da “La Vita in Diretta” mercoledì:

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui