Cinque i quesiti referendari su cui i cittadini sono chiamati ad esprimersi

Non solo Comunali, domenica 12 giugno si vota anche per il referendum Giustizia

91

All’election day del 12 giugno, oltre che per le Comunali, i viterbesi – e gli abitanti delle altre sette amministrazioni al rinnovo nella Tuscia – dovranno esprimersi anche sul referendum per la riforma della Giustizia.

Oltre al ‘lenzuolo’ con i nomi degli otto candidati sindaco – e delle relative liste – agli elettori saranno consegnate anche altre 5 schede, di diverso colore. Una per ogni quesito referendario.

Materia complessa quella della Giustizia, resa ancor più complicata per i cittadini perché il referendum è abrogativo. Ossia se si vuole cancellare la norma relativa al quesito si deve barrare la casella del Sì mentre se si vuole mantenerla così com’è si appone un segno sul No.

Tra l’altro qualora non si dovesse raggiungere il quorum necessario del 50% + 1, il referendum sarebbe vano.

A seguire i dettagli dei colori delle schede e il testo di ogni quesito referendario.

Scheda di colore rosso (Referendum n. 1): “Abrogazione del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi”.

Scheda di colore arancione (Referendum n. 2): “Limitazione delle misure cautelari: abrogazione dell’ultimo inciso dell’art. 274, comma 1, lettera c), codice di procedura penale, in materia di misure cautelari e, segnatamente, di esigenze cautelari, nel processo penale”.

Scheda di colore giallo (Referendum n. 3): “Separazione delle funzioni dei magistrati. Abrogazione delle norme in materia di ordinamento giudiziario che consentono il passaggio dalle funzioni giudicanti a quelle requirenti e viceversa nella carriera dei magistrati”.

Scheda di colore grigio (Referendum n. 4): “Partecipazione dei membri laici a tutte le deliberazioni del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari. Abrogazione di norme in materia di composizione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari e delle competenze dei membri laici che ne fanno parte”.

“Scheda di colore verde (Referendum n. 5): “Abrogazione di norme in materia di elezioni dei componenti togati del Consiglio superiore della magistratura”.

Si vota per la consultazione referendaria, in contemporanea con le Amministrative, domenica 12 giugno dalle ore 7 alle 23.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui