La leader del Movimento Chiara Frontini dopo l'assegnazione delle nuove deleghe agli assessori: "Coalizione messa insieme con l'attak per vincere e non per governare"

Nuova giunta, Viterbo 2020: “Una maggioranza incompetente e bugiarda, offensiva nei confronti dei viterbesi”

432

“Risulta evidente con questa nuova distribuzione delle deleghe che a questa maggioranza non importa nient’altro che restare seduti sulle loro poltrone, ma non solo. È una maggioranza incompetente e bugiarda e direi anche offensiva nei confronti dei cittadini viterbesi”. Ha aperto così la conferenza stampa di questa mattina nel cortile di Palazzo dei Priori la leader di Viterbo 2020 Chiara Frontini.

Il Movimento civico ha infatti tenuto un incontro dopo la presentazione del nuovo assetto della giunta da parte del sindaco Arena nella Sala Regia. Presenti, oltre alla Frontini, anche le consigliere Letizia Chiatti e Patrizia Notaristefano.

“Sentir dire un sindaco che i cittadini ‘neanche sanno che la città è senza giunta’ perché non si interessano, hanno altri problemi o stanno al mare significa dar loro degli incompetenti, inermi, come se potessero accettare qualsiasi cosa da questa amministrazione. – ha dichiarato la Frontini – Noi crediamo, invece, che ci sia la volontà di mandare a casa questa giunta, che ormai rimane in piedi soltanto per l’attak che hanno incollato sui propri pantaloni, o sulle proprie gonne…”.

Un altro punto su cui la consigliera si è soffermata riguarda l’affermazione di Arena sul fatto che “non si percepisce la differenza se la giunta ci sia o non ci sia”. “Su questo ha ragione. – ha sottolineato la Frontini – Anche perché quando ci sono fanno anche danni, quindi, da questo punto di vista, se non ci fossero sarebbe anche meglio”.

Sul nuovo assetto della giunta, la leader di Viterbo 2020 ha parlato di “modifiche sostanzialmente irrisorie” che fanno seguito ad “una crisi incomprensibile, perché di fatto chi l’ha in qualche modo causata non ha ottenuto ciò che richiedeva, se non qualche ‘contentino’”.

La “manifesta incapacità” di governo della città da parte dell’attuale amministrazione – secondo Viterbo 2020 – si è espressa anche nell’organizzazione – che di fatto è mancata – degli eventi legati alla festività di Santa Rosa, come il Trasporto e la tradizionale Fiera su cui il sindaco ha fatto dietrofront nei giorni scorsi.

Le consigliere Chiatti, Frontini, Notaristefano di Viterbo 2020

“In un momento come questo vanno appostati più fondi per la festa della Patrona, che avrebbero dovuto essere previsti in bilancio – ha spiegato ancora Chiara Frontini – ma non c’è stata nessuna decisione in merito. Ed ecco quindi che incompetenza e bugie ritornano come leitmotiv e sono i due pilastri che ci faranno ricordare questa giunta come una delle peggiori degli ultimi decenni. Oltre all’offesa, neanche tanto velata, rivolta ai viterbesi, questa è un’altra delle motivazioni per continuare a chiederne le dimissioni”.

L’obiettivo che si pone il Movimento di Viterbo 2020 è quello di “prendere coscienza di quanto sta accadendo, della gravità delle azioni e delle omissioni di chi ci governa. Noi continueremo a far sentire la nostra voce dentro e fuori dall’aula”, ha ribadito la leader Frontini.

Riguardo alla scelta di organizzare una conferenza stampa separata rispetto all’altra parte della minoranza, la Frontini ha chiarito che “quando c’è da fare battaglie comuni per fare opposizione a questa maggioranza non ci siamo mai tirati indietro, consapevoli che esistono percorsi diversi. Per quanto ci riguarda la coalizione messa insieme con l’attak, incollata per vincere e non per governare, essa è il male di questa città. Lo è stata con Michelini, – ha proseguito – lo è ora, e prima ancora lo fu con Marini e quindi non saremo mai disponibili a far parte di un ragionamento che perpetra le stesse logiche. Questo non implica che all’opposizione non si possano fare battaglie comuni, come quella con questo centrodestra. Siamo insieme all’altra parte di minoranza. Tuttavia, siccome i percorsi sono diversi, siccome non ci dimentichiamo che una parte di questa opposizione – quasi tutta – ha sostenuto Arena al ballottaggio e alcuni stanno anche insieme a Forza Italia in provincia, noi da questo schema ci tiriamo fuori. Questo non significa assolutamente, però essere autoreferenziali”, ha concluso Chiara Frontini.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui