Nuovi marciapiedi e acquisizione di immobili al borgo, continua il lavoro di riqualificazione di Bassano in Teverina

Il sindaco Romoli: “Il centro storico del paese rappresenta l’elemento cardine sul quale andare a permeare ogni azione dell’amministrazione comunale”

196
bassano in teverina

Ampliamento dell’impianto sportivo, realizzazione dei marciapiedi nell’arteria principale del paese, adesione del comune al Consorzio universitario per la ricerca socioeconomica (Cursa) e continuazione del progetto di riqualificazione del centro storico. Questi sono stati i principali argomenti trattati durante il consiglio comunale di Bassano in Teverina che si è tenuto nel pomeriggio di ieri, venerdì 30 luglio. 

Il sindaco Alessandro Romoli ha inaugurato la sessione informando che è previsto un importante intervento per Bassano in Teverina, ovvero la realizzazione dei marciapiedi tra piazza San Rocco e piazza della Libertà, il cuore pulsante del paese dove si trovano gran parte della attività commerciali. “Questi lavori sono un motivo di orgoglio per tutti noi, dal momento che stiamo parlando della principale arteria del paese”, ha commentato il primo cittadino. 

La discussione è poi passata alla richiesta di un accordo di collaborazione recentemente pervenuta al comune di Bassano in Teverina dal Consorzio universitario per la ricerca socioeconomica (Cursa), composto dagli atenei delle Tuscia, del Molise e di Ferrara. Obiettivo della collaborazione è quello di approfondire come l’applicazione del superbonus 110 e delle altre agevolazioni nel campo edilizio varate dal governo possano interferire positivamente nel piano di recupero del borgo di Bassano. Si tratta di una preziosa richiesta di collaborazione che, oltre a non presentare oneri a carico del Comune, mostra come il progetto di valorizzazione del centro storico che l’amministrazione Romoli sta portando avanti con impegno da anni stia dando importanti risultati. “Nella provincia di Viterbo – ha specificato il sindaco – sono solo due i comuni che hanno ottenuto l’attenzione del consorzio, Bassano e Bolsena”. 

 

L’assessore con delega ai lavori pubblici Stefano Abati ha poi ricordato che, entro la metà di agosto, dovrebbero terminare i lavori di riqualificazione del campo sportivo comunale, con anche l’ampliamento della strada e la realizzazione di un parcheggio limitrofo. Non solo. È infatti intenzione dell’amministrazione realizzare delle strutture per ospitare anche dei campi di padel, uno sport che oggi va per la maggiore e attrae sempre più persone. “La realizzazione di questi campi potrebbe avvenire sia con fondi di bilancio, con contributi o mediante l’interessamento di privati – ha concluso Abati – L’obiettivo è fare in modo che anche persone da fuori possano frequentare gli impianti sportivi bassanesi e portare così ricchezza agli esercizi commerciali locali”.  

Il consiglio comunale ha poi affrontato il tema dei vari progetti per la riqualificazione del borgo storico di Bassano in Teverina che, come Romoli ha ricordato, “rappresenta l’elemento cardine sul quale andare a permeare ogni azione dell’amministrazione comunale”. Dopo aver affermato che nelle scorse settimane l’amministrazione ha avviato il progetto per la realizzazione del recupero del dissesto idrogeologico del versante sud, il sindaco ha poi annunciato che la prossima settimana verrà approvato il progetto esecutivo di quasi un milione di euro per il recupero anche del dissesto idrogeologico del versante nord-est.  

Romoli ha poi spiegato che il 27 luglio è stato pubblicato un avviso pubblico con cui il comune ha informato gli intestatari delle singole unità collabenti che si trovano al borgo (ovvero fabbricati non agibili e non utilizzabili) dell’intenzione dell’amministrazione di realizzare nei successivi 30 giorni gli interventi di recupero degli immobili in questione. “È un grande passo in avanti perché finalmente entriamo in maniera approfondita nel merito di ogni singola unità immobiliare – ha affermato il primo cittadino -. Oggi ribadiamo che se entro 30 giorni dal 27 luglio non pervengono progetti di recupero dagli intestatari di quelle unità, il comune potrà procedere con l’esproprio e quindi con la possibilità di trasferire tutti i beni al patrimonio comunale”. 

La discussione è poi proseguita con il sindaco che ha annunciato l’intenzione del Comune di procedere all’acquisto di una proprietà situata all’ingresso del borgo, davanti la famosa Torre dell’Orologio. Si tratta di un magazzino-cantina che le varie amministrazioni comunali che si sono susseguite negli ultimi 30 anni hanno sempre utilizzato per diverse manifestazioni ludico ricreative. “L’attuale proprietario ha sempre proceduto al versamento delle tasse, nonostante non abbia praticamente mai utilizzato l’immobile. L’amministrazione comunale intende sanare questa situazione procedendo all’acquisto per la somma molto conveniente di 5mila euro”. 

Prima della conclusione del consiglio, Romoli ha poi informato che il comune di Bassano in Teverina è tra i promotori, insieme ad altri del viterbese, dell’avvio delle attività per la costruzione delle cosiddette “aree interne”. “È una modalità – ha spiegato il sindaco – che ci mette in rete come comuni per creare un sistema territoriale utile, da una parte per partecipare a bandi che non siano solo regionali, dall’altra per creare un marchio turistico che metta insieme quella parte della Tuscia che inizia da noi e arriva fino alla Maremma includendo i Cimini”. 

Ufficio stampa Comune di Bassano in Teverina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui