Viterbo ambiente anticipa: "A breve partirà un sondaggio telefonico tra i cittadini per la valutazione dei servizi offerti"

Nuovo appalto rifiuti, De Cesare: “Bando di gara prima dell’insediamento della nuova amministrazione”

135

Nuovo appalto rifiuti, in corso le procedure per bandire la gara.

“Stiamo predisponendo gli elaborati di gara da consegnare all’Anac dato che si tratta di un appalto da oltre 10 milioni di euro”.

Ad aprire una finestra sulla nuova gara è il sub commissario del comune di Viterbo Giuseppe De Cesare, durante l’incontro a Palazzo dei Priori per illustrare i dati conclusivi del Piano di comunicazione relativi all’appalto ‘ponte’, scaduto il 21 settembre 2021.

Intenzione della gestione commissariale è “bandire la gara prima dell’insediamento della nuova amministrazione”.

La conferenza, la prima in presenza – le due precedenti erano in videocollegamento -, ma di fatto quella conclusiva per presentare i dati conclusivi del Piano di comunicazione promosso da Viterbo Ambiente e amministrazione comunale.

Focus su abbandoni e conferimenti impropri dei rifiuti che incidono anche sulle tasche dei cittadini che rispettano le regole in materia di differenziata.

Tra l’altro, come spiegato dal dirigente comunale dell’ottavo settore Eugenio Monaco: “Dalla raccolta differenziata il Comune introita 700mila euro. Aumentare il conferimento corretto significa quindi maggiori entrate per le casse comunali che in futuro potrebbero incidere sul portafogli dei cittadini”.

Al senso civico e alla collaborazione da parte della popolazione hanno fatto appello tutti gli intervenuti, perché elemento fondamentale anche in vista dell’applicazione della tariffa puntuale.

La repressione infatti ha mostrato diversi limiti, nonostante una costante opera di controlli.

“173 quelli effettuati nel primo trimestre 2022. – elenca il comandante della Polizia locale Mauro Vincitori – 44 i verbali elevati, di cui 17 nel centro storico e 27 nei quartieri periferici e nelle frazioni. Ma quasi una volta su tre è difficile individuare i trasgressori”.

Al consigliere di Viterbo ambiente Claudio Torcolacci il compito di fornire i dettagli conclusivi del Piano di comunicazione.

“Uno strumento per escludere l’alibi di carenza di informazione da parte della società” rimarca.

Una comunicazione attuata tramite comunicazione stradale, restyling del sito aziendale, realizzazione di tutorial per spiegare come differenziare, guide pratiche e volantini. E, soprattutto, il nuovo centralino con risposta automatica, operativo H24.

“Nel 2021 sono arrivate più di 34mila telefonate a Viterbo ambiente. Oltre 3300 le chiamate nei primi tre mesi di quest’anno”.

“Tutti gli impegni contrattuali sono stati rispettati” tiene a sottolineare.

E “a breve – annuncia Torcolacci – partirà un’indagine telefonica su un campione di 500 utenze, di cui 80 non domestiche, per avere una esatta valutazione dei servizi da parte dei cittadini”.

Presenti alla conferenza i tecnici di Viterbo ambiente Pierluigi Tortorella e Maurizio Mariani.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui