L'allarme della consigliera Ciambella: "Grave l'assenza alla riunione del 15 dicembre"

“Nuovo impianto fotovoltaico a Castel d’Asso, Comune e Provincia non hanno risposto all’appello”

145
ciambella
“Per la seconda volta in meno di un mese c’è da registrare l’assenza del Comune di Viterbo e della Provincia alle fasi previste dalla procedura di Valutazione di impatto ambientale (Via) su progetti di varia natura che ricadono nel nostro territorio: il 23 novembre si trattava della prima seduta della conferenza dei servizi per una piattaforma per il trattamento rifiuti all’Acquarossa (ve ne avevo già parlato), ora invece della riunione del tavolo di confronto per un nuovo mega impianto fotovoltaico su circa 70 ettari di superficie, dalle parti di Castel d’Asso. Incontro che si è svolto mercoledì scorso, 15 dicembre. Ma pure in questo caso, dice il verbale pubblico, Palazzo dei Priori e Palazzo Gentili non hanno risposto all’appello.
Ritengo ciò un fatto molto grave dal punto di vista politico. Sarebbe troppo facile infatti appellarsi o nascondersi dietro giustificazioni tecniche. E’ vero: gli uffici si trovano a seguire molte pratiche insieme e le risorse umane sono contate (tutto il mio sostegno e il mio apprezzamento al personale, dai dirigenti agli impiegati). Ma è compito di chi governa mettere i tecnici nelle condizioni di lavorare al meglio e seguire l’agenda, altrimenti gli amministratori abdicano al proprio ruolo. Se Comune di Viterbo e Provincia non si presentano a questi incontri, chi altro dovrebbe rappresentare il territorio nei momenti che contano? Il sindaco Arena e il presidente Nocchi devono spiegare pubblicamente ai cittadini.
Si parla inoltre di un impianto fotovoltaico vicino a un altro tesoro archeologico nel nostro comune, la necropoli di Castel d’Asso, dopo il progetto di fotovoltaico su 93 ettari già autorizzato nei mesi scorsi con parere positivo di Regione, Comune e Provincia a Pian di Giorgio, non lontano da Ferento. Le aree di progetto sono prive di vincoli. Ma l’attenzione da parte delle amministrazioni locali dovrebbe restare massima vista la posta in palio in termini turistici e non solo, come ho ribadito di recente in una nuova interrogazione rivolta all’assessore competente e al sindaco, di cui a breve vi fornirò i dettagli.
Inoltre chiedo: gli avvisi pubblici relativi a queste istanze vengono pubblicati o no sull’albo pretorio on line di Palazzo dei Priori, in modo che i cittadini tutti possano venirne a conoscenza e presentare eventuali osservazioni? La loro pubblicazione è una richiesta che la Regione rivolge al Comune di Viterbo in tutte le comunicazioni relative a questi progetti. Forse non ho controllato con la giusta attenzione, e nel caso me ne scuso, ma io non ne ho trovato menzione sul sito del Comune. Sbaglio? Anche su questo faccio domanda a chi di dovere”.
Così la consigliera comunale viterbese Luisa Ciambella in un post su Facebook.
Cerchiata in rosso, l’area dove dovrebbe sorgere il nuovo impianto fotovoltaico in via Camorelle, dalle parti di Castel d’Asso. Area di progetto circa 70 ettari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui