Nuovo poliambulatorio a Bolsena, ma che si fa con Belcolle?! M5s a testa bassa contro il dg dell’Asl viterbese Daniela Donetti

Se Belcolle non sarà mai terminato, bisogna provvedere in altro modo: edificare delle strutture intermedie tra il cittadino-paziente e gli ospedali

593
poliambulatorio donetti asl
A sx, la Dg Asl Viterbo, Daniela Donetti. A dx, il nuovo poliambulatorio.

Se Belcolle non sarà mai terminato, bisogna provvedere in altro modo: edificare delle strutture intermedie tra il cittadino-paziente e gli ospedali. Come il nuovo Centro di cure primarie inaugurato in pompa magna, ieri a Bolsena, alla presenza del sindaco uscente Paolo Equitani (Forza Italia) e del consigliere regionale e “dominus” della sanità provinciale Enrico Panunzi (Pd zingarettiano). Presente anche il direttore sanitario Asl Antonella Proietti, che sostituiva il direttore generale Daniela Donetti.

La struttura è stata concessa dall’amministrazione comunale alla Asl in comodato d’uso gratuito per 25 anni. “Miriamo a un obiettivo ambizioso attraverso una nuova organizzazione – ha scritto in una nota il dg Donetti – Fare rete non solo tra i professionisti, ma anche con le istituzioni e con i cittadini, per un modello di sanità vicina alle persone. In questa aggiornata “vision” della Asl la comunità è una risorsa fondamentale, così come l’integrazione tra professionisti, che devono fare da filtro e da orientamento, procedendo con l’ indirizzare il paziente al percorso più idoneo e inviandolo subito verso i centri di eccellenza. Bolsena ne è un esempio – sottolinea Daniela Donetti – Mettiamo a disposizione di un intero comprensorio una struttura capace di interagire in stretto contatto con la casa della salute di Bagnoregio e con gli ospedali”.

inaugurazione poliambulatorio panunzi

L’affondo dei Cinque Stelle contro la Asl “zingarettiana”. Ma la Donetti in questi giorni viene attaccata dai Cinquestelle, che tornano alla carica esprimendo dubbi sulla bontà dei requisiti professionali del direttore generale: “C’è legittimità per la nomina del direttore generale all’Asl di Viterbo, oppure no? – si domanda sul suo blog la consigliera regionale grillina Silvia Blasi – Ho depositato, con i colleghi Loreto Marcelli e Davide Barillari, un’interrogazione a risposta scritta al governatore della Regione Nicola Zingaretti e all’assessore alla Sanità Alessio D’Amato. Nel documento chiediamo che sia seriamente verificata la sussistenza dei requisiti della dottoressa Daniela Donetti”.

Dalla Asl liquidano le accuse della consigliera pentastellata come “cose di poco conto, trite e ritrite”. E anche l’assessore regionale alla Sanità risponde in modo laconico e netto: “La selezione dei direttori generali Asl avviene attraverso un albo di idonei gestito dal ministero della Salute e aggiornato periodicamente. L’ultimo aggiornamento è del 29 aprile scorso ed è sul sito del ministero”. Ma la polemica, c’è da giurarci, non è chiusa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui