Il coprifuoco verrà gradualmente spostato e poi eliminato del tutto in estate. Ripartono ristoranti al chiuso, palestre e centri commerciali nel weekend

Nuovo regole: coprifuoco alle 23 e poi via dal 21 giugno. Tornano le regioni bianche

351

Coprifuoco, spostamenti, fasce di rischio: scattano le nuove misure anti-Covid stabilite dal Governo. Si va verso un progressivo allentamento delle restrizioni, grazie al calo dei nuovi casi e dei decessi e ai progressi della campagna vaccinale.

Tra tutti i provvedimenti, quello su cui si è discusso maggiormente nei giorni scorsi è il coprifuoco: a premere per la sua totale eliminazione fin da subito era soprattutto il centro-destra.

Alla fine a passare è stata la linea della “cautela”, sostenuta anche dal Ministro della Salute Speranza, con un graduale spostamento in avanti: dalle 23 alle 5 da subito e a mezzanotte dal 7 giugno, per poi abolirlo completamente in tutta Italia a partire dal 21 giugno.

Dal 22 maggio i centri commerciali riapriranno anche nei weekend; il 24 maggio via libera invece alle palestre, in anticipo rispetto a quanto previsto. Dal 1 giugno le attività di ristorazione potranno tornare ad accogliere i clienti anche negli spazi interni, mentre dal 15 giugno ripartiranno anche i parchi tematici, oltre ai matrimoni (con il green pass per i partecipanti); ultimi, sale bingo, sale scommesse e casinò, che potranno riaprire dal 1 luglio.

Altra novità riguarda l’indice di trasmissibilità Rt, che fino ad oggi ha determinato l’inserimento delle regioni nelle diverse fasce di rischio (giallo, arancione e rosso): ora non sarà più quello il parametro principale di valutazione per l’andamento della pandemia, bensì il tasso di incidenza dei casi e il numero dei ricoveri negli ospedali.

Con le nuove misure tornano anche le regioni bianche: già dal 1 giugno lo saranno Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise; dal 7 giugno la fascia bianca scatterà anche per Abruzzo, Liguria e Veneto. In questo caso le uniche regole da rispettare restano l’indossare la mascherina e il rispetto del distanziamento sociale, con un sostanziale ritorno alla tanto agognata normalità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui