Arena: “Onoriamo il valore delle Forze Armate nel determinare la storia della nostra Nazione e porgiamo riconoscenza per quanto hanno dato e danno nell’opera di difesa dei principi di democrazia, pace e libertà”

Oggi è il 4 novembre: la giornata dell’Unità Nazionale, delle Forze Armate e l’anniversario della fine della Grande Guerra

181

Oggi, 4 novembre in Italia è festa Nazionale: si festeggia la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. E’ l’anniversario dell’armistizio di Villa Giusti del 4 novembre che coincide con la fine della prima guerra mondiale per l’Italia che costò per la popolazione italiana, tra civili e militari, 1.280.000-1.780.000 morti e 462.800-1.300.000 invalidi permanenti. Il completamento dell’Unità d’Italia è avvenuto quindi in seguito all’annessione di Trento e Trieste al Regno.

In questo giorno dal 1919 si ricordano i nomi scritti sui monumenti ai caduti, l’Italia rimane in silenzio e si emoziona di fronte a questi ricordi indelebili. E’ l’unica festa che venne celebrata prima, dopo e durante il Fascismo.

Ogni anno le più importanti cariche dello Stato rimembrano gli accaduti e portano una corona d’alloro al Milite Ignoto, di cui la salma è collocata all’Altare della Patria a Roma, tomba che è vigilata da un picchetto d’onore, e al Sacrario di Redipuglia dove si trovano le 100 mila salme dei caduti italiani. Inoltre, ogni anno nel cielo di Roma si stagliano le Frecce Tricolori e viene cantato l’Inno di Mameli, conosciuto come Fratelli d’Italia, un Canto nazionale, simbolo della nostra Repubblica.

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, scrive: “ Insieme supereremo questi giorni difficili così come insieme abbiamo costruito la Repubblica, libera e prospera”.

Le Forze armate si confermano, come sempre, uno strumento essenziale per la nostra Patria, per la difesa e la sicurezza dei cittadini. Anche in  questo momento di emergenza sanitaria, l’Arma si è dimostrata unita e pronta “con un forte senso di responsabilità e spirito di servizio per la difesa nazionale. ”

Anche il sindaco di Viterbo, Giovanni Maria Arena, lascia un messaggio per questo giorno di notevole importanza: “Cari Cittadini, il 4 novembre Viterbo celebra la memoria storica degli Italiani, ricordando quanti, anche nel nostro Comune, persero la vita per l’Italia.

Onoriamo il valore e il contributo delle Forze Armate nel determinare la storia della nostra Nazione e porgiamo riconoscenza per quanto hanno dato e ancora oggi danno nell’opera di difesa dei principi di democrazia, pace e libertà. 

Rendiamo omaggio ai nostri Caduti, al nostro passato, alla nostra storia e rinnoviamo la gratitudine nei confronti di tutti coloro che operano per la sicurezza del Paese e della collettività internazionale.”

Il motto del 4 novembre è “Io Ci Credo”: nel paese, nella gente, nell’impegno, nel coraggio, nel domani e nell’Italia che spera “perché siamo un popolo Unito sotto una sola bandiera”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui