In occasione del 4 dicembre, festa di Santa Barbara, protettrice dei Vigili del Fuoco, La mia città news desidera porgere gli auguri a coloro che rischiano ogni giorno la propria vita, non solo per spegnere gli incendi, ma anche per salvare persone e animali da allagamenti, frane, terremoti e disastri naturali o dolosi. Sempre in prima linea, coraggiosi, forti, tempestivi, di vite ne salvano davvero tante i Vigili del Fuoco!

Questa mattina, nell’omonima chiesa, il Vescovo ha celebrato la consueta messa in onore della Santa a cui hanno partecipato i Vigili del Fuoco, le autorità locali, politiche e militari e i fedeli. “Vi auguro di lavorare il meno possibile”, ha detto Mons. Lino Fumgalli ai pompieri con orgoglio e stima, in questo giorno di festa.

Dopo la celebrazione la giornata è continuata presso la nuova Caserma con il saggio dei Vigili del Fuoco, durante il quale sono simulati alcuni interventi che vengono effettuati normalmente, per poi proseguire con il “pranzo in rimessa”, momento conviviale a chiusura dei festeggiamenti per la Santa Patrona.

Come di consuetudine, il catering è stato curato dall’Istituto Alberghiero di Caprarola Alessandro Farnese, lo stesso che si è occupato di preparare i pasti durante il terremoto di Amatrice, stanziati a Leonessa per un intero mese al fianco dei pompieri.

Il Comando di Viterbo ha omaggiato l’Istituto Alberghiero con una targa ringraziandoli “per il contributo di altissimo livello che avete donato, rallegrando e riempiendo di significato la celebrazione nella ricorrenza della nostra Patrona”.

Santa Barbara rappresenta la capacità di affrontare il pericolo con fede, coraggio e serenità anche quando non c’è alcuna via di scampo. È stata eletta, infatti, patrona dei Vigili del Fuoco, in quanto protettrice di coloro che si trovano “in pericolo di morte improvvisa”.

Evviva i Vigili del Fuoco! Evviva Santa Barbara!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui