Oggi via al processo contro Civitavecchia Servizi Pubblici

Inizia oggi il processo nato della vertenza intentata dalla sigla sindacale USB (Unità Sindacale di Base), contro Civitavecchia Servizi Pubblici

361
tribunale-civitavecchia
Il tribunale di Civitavecchia

Inizia oggi il processo nato della vertenza intentata dalla sigla sindacale USB (Unità Sindacale di Base), contro Civitavecchia Servizi Pubblici.

L’organizzazione sindacale ha citato in giudizio la CSP per il mancato rispetto dell’accordo sindacale, sottoscritto da tutte e 6 le sigle sindacali il 19 maggio del 2017 per il buon andamento economico e strutturale della nuova società CSP formatasi per sostituire nella gestione dei servizi pubblici la liquidata HCS.

L’accordo sindacale prevedeva uno scambio di soluzioni per garantire l’economicità e la trasparenza della società anche a garanzia dei sindacati in veste di controllori di tutte le attività, soprattutto nella nuova pianta organica, negli inquadramenti del personale, nell’applicazione dei contratti, nelle nuove assunzioni, nella trasparenza e pubblicità dei bandi interni per l’avanzamento di carriere e gli spostamenti di servizio, nelle spese di gestione, gli acquisti e l’andamento economico. Accordo che aveva portato alla formazione di una Commissione Tecnica Paritetica composta dall’amministrazione di CSP e di due delegati per ogni sigla sindacale.

Ma la Commissione Paritetica, secondo quanto sostenuto dalla sigla sindacale Usb, non è stata mai convocata e quindi non ha mai funzionato, perché, stando sempre a quanto sostiene Usb, da un lato le tre sigle dei sindacati confederali pretendevano trattative separate, dall’altro CSP, che non ha rispetto gli accordi e la trasparenza nell’applicazione di quelle materie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui