Oltre al "fine pena mai" chiesti anche tre anni di isolamento diurno e 1 milione e mezzo di risarcimento per la famiglia del noto commerciante viterbese, barbaramente trucidato il 3 maggio 2019

Omicidio Fedeli, la Procura chiede l’ergastolo per Michael Aaron Pang

212
norveo fedeli
Viterbo non dimentica lo scomparso Norveo Fedeli

Ieri si è svolta presso la Corte di Assise viterbese l’udienza conclusiva del processo per l’omicidio di Norveo Fedeli, storico commerciante viterbese barbaramente ucciso il 3 maggio 2019.

fedeli
Michael Pang “catturato” da una telecamera

L’imputato per l’omicidio è il cittadino statunitense Michael Aaron Pang che, secondo l’accusa, dopo un diverbio avrebbe massacrato Fedeli colpendolo alla testa con uno sgabello fino ad ucciderlo.

I dettagli del brutale omicidio sono raccapriccianti: Pang, dopo aver fatto stramazzare al suolo Fedeli, avrebbe continuato a colpirlo con lo sgabello fino a piegarne le gambe e, successivamente, gli avrebbe addirittura calpestato la testa con una violenza tale da lasciare sulla cute l’impronta della scarpa.

Tornando al processo, dopo l’istruttoria che ha ricostruito l’efferato omicidio (classificato “per futili motivi”), la Pm Eliana Dolce ha messo in risalto la crudeltà con cui Pang avrebbe

Norveo Fedeli

ucciso Norveo Fedeli durante la requisitoria, chiedendo, oltre all’ergastolo, anche l’isolamento diurno per tre anni.

Tale pena è stata richiesta anche dall’avvocato Barili, legale della famiglia Fedeli, oltre al risarcimento di un milione di euro per la famiglia del noto commerciante.

La sentenza è prevista il 16 novembre, dove discuteranno anche Remigio Sicilia e Giampiero Cresenzi, difensori di Pang.

1 commento

  1. Un omicidio veramente efferato, giusta la pena richiesta. Povero Norveo, lo conoscevo da mezzo secolo, gentile, discreto, educato, una gran brava persona!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui