Il 24enne americano, condannato a 25 anni per l’omicidio di Norveo Fedeli, depositerà ricorso contro la sentenza. L’accusa aveva chiesto l’ergastolo

Omicidio Fedeli, Pang pronto a chiedere uno sconto della pena in appello

106

Michael Aaron Pang, il giovane americano condannato a 25 anni per aver ucciso a sgabellate il commerciante viterbese Norveo Fedeli nel suo negozio, presenterà ricorso in appello contro la sentenza.

I suoi due avvocati, Remigio Sicilia e Giampiero Crescenzi, già a dicembre scorso si erano detti parzialmente soddisfatti. Era caduta, infatti, l’aggravante della crudeltà, ma i due legali chiedevano l’applicazione della diminuzione del rito per via del permanere dell’aggravante della rapina. Sia Sicilia che Crescenzi si sono sempre battuti per il rito abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo della pena.

Non hanno dubbi invece i familiari di Fedeli: per loro Pang è un criminale che si è macchiato di un feroce omicidio e merita perciò l’ergastolo.

Pang è recluso in carcere a Mammagialla da 2 anni, per l’esattezza dal 4 maggio 2019, giorno in cui fu arrestato a Capodimonte. Il giorno prima, secondo la ricostruzione degli inquirenti, il giovane originario del Kansas avrebbe massacrato Fedeli fino ad ucciderlo nel proprio negozio in via San Luca.

Come detto, la pena attuale è di 25 anni. Vedremo se, con il ricorso di Sicilia e Crescenzi, Pang riuscirà a beneficiare di uno sconto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui